La partita della NIKA S.Luigi Acireale

MELILLINIKA S.Luigi Acireale 70-53

 

 

Inizia male l’avventura play-off per la Nika S. Luigi, sconfitta in gara 1 sul parquet della vice-capolista Melilli. Che fosse una partita difficile per gli acesi, lo si sapeva. E l’esito finale del match l’ha ampiamente dimostrato.

Gara nervosa, a volte al limite della correttezza, in cui l’hanno fatta da padrone le difese, su entrambe le metà campo.

Inizia subito forte il quintetto di coach Sergi che, al 4’, si porta sul 9-2. Poi, pian pianino, i siracusani si rifanno sotto, per chiudere sul +2 (21-19) il primo quarto di gara. Il secondo continua sulla falsa riga del precedente, e solo una migliore percentuale al tiro consente ai giallo-blu di allungare leggermente nel punteggio. All’intervallo lungo siamo sul 37-29!

A questo punto, però, accade ciò che non t’aspetti… Lo stabilimento “ERG” della vicina Priolo decide di cominciare a “dare spettacolo”. Si alzano in cielo fiamme alte fino a dieci metri, una nube nera come la pece fa si’ che sembri notte fonda. E mentre i “melillesi” (conoscitori della zona!) sanno che di notte non si tratta proprio, i sanluigini ci cascano in pieno! E dato che la notte è fatta per dormire… ecco che, mentre in palestra il cronometro cronometra la durata del terzo quarto, Vigo e compagni si appisolano nello spogliatoio per ben seicento secondi! Per fortuna l’efficientissimo tabellone luminoso, oltre a segnare tempo, falli e punti delle squadre, emette allo scoccare delle “ore X” un segnale acustico bello e forte! Come una sveglia! Ecco che allora i baldanzosi ragazzotti bianco-azzurri si destano, conquistano la posizione eretta e, dopo la rituale lavata di faccia che segue ogni buon risveglio, pensano bene di far ritorno sui ventotto metri rettangolari. Dopo essersi fatti raccontare dagli amici presenti in tribuna ciò che era accaduto, dalle bombe di Micalizzi ai solitari “contropiede” del buon Melo Santaera, guardano quelle lucine che dicono: LOCALI cinquantotto – OSPITI trentacinque!!! Restano dieci minuti per dimostrare di essersi, per lo meno, riposati di gusto. E la cosa, in gran parte, riesce. Si corre tanto, si mette dentro qualche bel canestro, si difende duro, si “picchia” forte. Insomma, si tirano fuori quelle badduzze che sembravano smarrite! Certo, non è servito a vincere la partita, ma almeno si è fatto capire che Giovedì (4 Maggio ore 20) non ci sarà nessuno che avrà voglia di dormire!

Per fortuna ad Aci non c’è nulla che può bruciare…

 

 

L’altro playoff ha visto vincere il Licata con facilità sull’Adrano (100-75).

Giovedì ci sarà gara due a campi invertiti.

Appuntamento al PALANIKA alle ore 20

 

La nostra inviata a Melilli LICCHI Emma 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...