Archivi del mese: gennaio 2007

XIX Giornata di Campionato Promozione

Ragazzini Generali CT ACIREALE  1-3
 
3 sberle ai Ragazzini!
– Raciti e Grasso(2) regolano la partita –
– Indisponente il comportamento dell’allenatore dei catanesi –
– Domenica si chiude il campionato? –
 
Vittoria doveva essere e vittoria è stata, con la squadra granata che ha sempre condotto le danze, ma non ha mai sviluppato una manovra bella e avvolgente. Nonostante le voci della vigilia che hanno un pò turbato la settimana, i tifosi si sono presentati come sempre un buon numero, anche se i biglietti venduti risulteranno meno di 600 a fronte dei mille spettatori presenti.
 
L’Acireale sin da subito si getta in attacco per tentare di scardinare la porta della Palestro, ma ci riesce soltanto con una ingannevole punizione di Raciti mal controllata dal portiere catanese.
Il vantaggio fa aprire leggermente la difesa dei "Ragazzini" e la manovra acese diviene leggermente più fluida. Grasso trova il raddoppio su una girata in area di rigore. Poi è Papa ad esibirsi nell’unica cosa degna di nota della sua partita: una bella semigirata al volo respinta alla meno peggio da parte del portiere.
 
La ripresa si apre con l’Acireale voglioso di segnare altri gol, e di gol ne fa due se non fosse per l’arbitro che annulla la rete di Messina per un fallo di mano, con conseguente ammonizione al giocatore, segnalato dal collaboratore di linea, ma apparso nettamente inesistente in quanto il gol è stato segnato di petto, con chiaro e visibile "ematoma" sul cross di Raciti. Il terzo gol, invece è sempre Grasso a segnarlo da vero rapinatore d’area di rigore.
C’è tempo solo del gol della bandiera bianco-arancio su solita dormita della difesa granata.
 
Che dire? il campionato mediocre a cui stiamo assistendo fa si che l’Acireale prevalga sulle altre avversarie senza fare chissà quali mirabilie… Basti pensare che Gravina, Viagrande e Troina (quest’ultime con lo scontro diretto da recuperare) perdono punti o se li tolgono tra loro senza mai dare l’impressione di minacciare la marcia dei granata verso l’Eccellenza. Intanto domenica prossima sarà di scena al Tupparello il Gravina, partita in cui vorremmo vedere i giocatori non far toccare la palla agli "amici" pseudocatanesi che della rubacchiata vittoria dell’andata (sempre al Tupparello, per impraticabilità dell’impianto gravinese) si imposero con tre autoreti ed un rigore…oltre a far beccare una squalifica al campo per 4 giornate e un paio di punti al capitano dei Carabinieri…
Insomma domenica o di rittu o di chiattu si deve vincere! 
Commento a cura di Vincenzo Barbagallo
 
 
 

Sempre e comunque!

 
 
Forse qualcuno dimentica chi SIAMO!
 
ORGOGLIOSI DI ESSERE ACITANI!
 
Creative Commons License
 

Le pagelle della Settimana 21/01/07

Acireale voto 0 : credo che da quando esiste questa rubrica ( un anno e mezzo circa) questo sia il voto piu’ basso…perche’? Chiedetelo ai circa 1000 malati di aci che si trovavano ad Acicatena! SCASSAPAGGHIARI

Il pres voto 7 : continua il trend di prestazioni positive del buon pres che ormai lascia increduli gli sconvolti sconvolts che lo affiancano. Riesce addirittura a non mandare a quel paese il polemico Vighello che cerca in ogni modo di provocare le sue reazioni; addirittura da applausi la pseudo telecronaca che propina alla malcapitata sorella! RILASSATO

Simo voto 4 ½ : sin dai primi attimi della sua domenica pallonara si nota l’occhio moscio della presidentessa; persino guidare lo scooter le risulta difficile e noioso…conoscendo l’indicibile passione per l’Acireale non restano che due alternative: o il pres la sciupa troppo o la sciupa troppo poco!Considerando le pagelle del pres si propende piu’ per la prima ipotesi. Attendiamo conferme o smentite. RIMANDATA

Giusy voto 6 ½  : da povera esiliata nel mondo dei gianduiotti non le resta che accontentarsi delle psseudo telecronache del presidenziale fratello…ivi comprese le azioni da Ronaldinho che lo stesso attribuisce a turno a svariati scappari granata! CREDULONA

PippoFino voto 6 ½  : stentata sufficienza per il buon Pippo, appare in ripresa rispetto alle ultime apparizioni. Si guadagna mezzo voto quando, a chi chiedeva il perche’ delle sue prestazioni, risponde di soffrire ancora per i carichi pesanti delle vacanze natalizie…CAZZARO

PeroVigo voto 5: nonostante per tutta la gara sbandieri ai quattro venti la sua ferrea volonta’ di disputare un’ottima gara, non riesce per nulla nel suo intento. Inizia quasi subito a mettersi di lato per non tifare, ma dichiara di volere scambiare 4 chiacchere con dei vecchi amici; finge di aver coinvolto nuovi soldati per la causa granata, costringendo gli stessi (pur di aumentare il voto in pagella) addirittura a cantare ritmi tribali che non avevano mai sentito. Potremmo citare altri episodi eclatanti, ma preferiamo concludere con un consiglio per il buon Alessandro: invece di continuare ad affidarti agli altri per superare i momenti di crisi, cerca di contare piu’ sulle tue forze. BUFFONE

Galante voto 7: in linea con le precedenti apparizioni la sua prestazione; vogliamo, però, premiare l’educazione con cui chiede scusa dopo aver impropriamente insultato un INTOCCABILE giocatore granata.

Battiato & Corvaia voto 8 diviso 2 = 4 : arrivando al Polivalente, anche se vistosamente nervosi, dichiarano di non aver avuto modo di visionare le pagelle della settimana precedente, FALSI! Iniziata la gara si divide il loro destino: il Barone si accomoda tra gli ultras, prendendo ripetutamente di mira l’inutile allenatore granata per le dichiarazioni stampa rilasciate in settimana; alla fine della gara risulta un po’ monotono, ma nel complesso la sua prestazione e’ buona. Battiato, iniziata la gara, si defila e si accomoda tra i vecchietti presenti in tribuna, cercando di proteggersi dal fresco pungente ed evitando qualsiasi contatto con la tifoseria granata. SCOPPIATI

Big Luciano voto 4: da quando è lontano dagli sconvolts l’Acireale ne soffre, anche se ne guadagnano i timpani!!!!  

Le pagelle sono a cura del sig. Carlo DeVisu

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-No Derivative Works 2.5 Italy License.
 

Premio Oscar Pres&Friends

 

 

L’ambito Premio Oscar della Settimana è stato assegnato
all’"allenatore dell’A.S.Acireale Calcio Santo Giuffrida

Questa la motivazione della Giuria:

Solo un uomo di larghe vedute e dell’incorrutibile condota morale può accettare, anzi CHIEDERE, di disputare una partita a porte chiuse per impedire al pubblico AMICO di assistere all’incontro.
Poichè nel cortile della "Zia Lisa" non c’è posto per il numeroso pubblico acese che avrebbe assisitito alla gara,
non trovando giusto che la società ospitante composta da Ragazzini (Generali)
si adoperasse per far fronte al disagio creato al suddetto cortile,
nonostante la disponibilità di spostare la gara a Zafferana,
ha PREFERITO addurre opposizioni sul terreno di gioco (in erba) dicendo che il cortile della Zia è dotato del miglior PRUVULAZZO  e della miglior TERRA della zona
e che il Campionato di Promozione si deve svolgere regolarmente senza spostamenti di campo!
Inoltre il giocare nel cortile dove molti dei giocatori granata sono cresciuti è un modo per dimostrare il loro attaccamento alle origini piuttosto che alla maglia!
 

I Tifosi acesi fieri di avere un allenatore di questi principi morali
ne chiedono a gran voce l’elezione a Presidente dell’ONU!

(qualsiasi cosa basta che si tolga dalle palle!)

 

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-No Derivative Works 2.5 Italy License.
 

 

XVIII Giornata del Campionato di Promozione

Linguaglossa ACIREALE  1-1
 
Un altro pari!
 
-L’Acireale appare svogliato e senza idee-
– E’ solo una questione di preparazione fisica? –
 Neutro di Aci S.Filippo, l’Acireale non va oltre il pari nonostante sulla carta il Linguaglossa fosse nettamente inferiore al tasso tecnico dei granata. I biancorossi pedemontani, con una condotta di gara accorta e con molta corsa in campo mettevano in difficoltà il centrocampo granata, lontano parente di quello del girone d’andata. Così la manovra era spesso farraginosa e le punte non toccavano mai palla. la partita era comunque l’Acireale a farla senza trovare situazioni pericolse.
Tra la noia del primo tempo, inaspettatamente e con un pò di fortuna il Linguaglossa passava in vantaggio a 5 minuti dal riposo. grazie ad un’avventata uscita del giovane Inguì, sostituto di Di Stefano schierato nell’occasione da mister Giuffrida. I Granata reagivano in qualche maniera e pareggiavano grazie ad uno svarione ospite: Murabito calciava verso la porta, la palla veniva corretta da Papa verso l’area di rigore dove, in posizione di sospetto fuorigioco, Grasso controllava e batteva in girata il portiere di casa.
Dopo il riposo ci si attendava la prova d’orgoglio dell’undici acese, invece nel secondo tempo tutto andava storo e non si è riuscito a sfruttare neppure il vantaggio numerico decretato dall’espulsione di un giocatore biancorosso.
Alla fine gli oltre 1000 spettatori acesi subissavano la squadra di fischi, nonostante il primato e nonostante il distacco dalle seconde che non sono riusciti a sfruttare il mezzo passofalso della capolista.
 
Commento a cura di Vincenzo Barbagallo