Archivi del mese: agosto 2007

Ecco il Calendario

Esordio in campo Neutro col DUE TORRI!

Come previsto la Lega Sicilia ha diramato oggi il calendario dei tornei regionali più importanti.
Puntiamo i riflettori sul cammino dell’Acireale.
Ecco le partite:

  1^: (09/09/2007) – (06/01/08)
     ACIREALE CALCIO 1946 SRL     –  DUE TORRI   
 2^: (16/09/2007) – (13/01/08)
     ACI SANT ANTONIO CALCIO      –  ACIREALE CALCIO 1946 SRL
 3^: (23/09/07) – (20/01/08)
     ACIREALE CALCIO 1946 SRL     –  AQUILA CALTAGIRONE
 4^: (30/09/07) – (27/01/08)
     S. AGATA CALCIO              –  ACIREALE CALCIO 1946 SRL
 5^: (07/10/07) – (10/02/08)
     PALAZZOLO A.S.D.             –  ACIREALE CALCIO 1946 SRL
 6^: (14/10/07) – (13/02/08)
     ACIREALE CALCIO 1946 SRL     –  TRECASTAGNI   
 7^: (21/10/07) – (17/02/08)
     VILLAFRANCA TIRRENA          –  ACIREALE CALCIO 1946 SRL
 8^: (28/10/07) – (24/02/08)
     ACIREALE CALCIO 1946 SRL     –  ORLANDINA A.S.D.
 9^: (04/11/07) – (02/03/08)
     LEONZIO 1909                 –  ACIREALE CALCIO 1946 SRL
10^: (11/11/07) – (09/03/08)
     ACIREALE CALCIO 1946 SRL     –  GIARRE CALCIO
11^: (18/11/07) – (16/03/08)
     NUOVA AQUILA GRAMMICHELE     –  ACIREALE CALCIO 1946 SRL
12^: (25/11/07) – (30/03/08)
     ACIREALE CALCIO 1946 SRL     –  CAMARO
13^: (02/12/07) – (06/04/08)
     ROSOLINI                     –  ACIREALE CALCIO 1946 SRL     
14^: (09/12/07) – (13/04/08)
     ACIREALE CALCIO 1946 SRL     –  CASTIGLIONE
15^: (16/12/07) – (20/04/08)
     ATLETICO RIPOSTO             –  ACIREALE CALCIO 1946 SRL
 
Ricordiamo che a seguito della squalifica del Tupparello la prima partita "in casa" sarà quella contro il Trecastagni il 14 Ottobre!
 
Un avvio di torneo che sulla carta appare soft, se non fosse per la squalifica del campo potremmo pure pensare al massimo bottimo di punti possibile. La seconda giornata, comunque, i tifosi acesi potranno seguire in massa la squadra nel derby con l’Aci S.Antonio, dove presumibilmente si giocherà come se fosse una partita casalinga.
Alla quinta si renderà visita al forte Palazzolo di Busetta e già si potrà dimostrare che, almeno sugli spalti, non c’è competizione: siamo pronti a scommettere che la dotazione del settore ospiti sarà davvero piccola per il potenziale segiuto della squadra granata, specie se le prima 4 giornate porteranno la squadra a contatto con i gialloverdi!
La partita col Palazzolo è la prima di 4 partite ostiche, che vedranno la squadra acese impegnata col Treccastagni (esordio al Tupparello!), fuori col Villafranca e ancora al Tupparello con l’Orlandina, squadre queste, che negli ultimi anni sono sempre state ai vertici del campionato, seppur a debita distanza dalle battistrada.
Quindi due derby dal sapore antico: il primo fuoricasa a Lentini (bell’impianto per la categoria, nessun problema per il seguito dei tifosi), l’altro in casa col redivivo Giarre che a Novembre potrebbe essere la sorpresa in negativo o in positivo del campionato.
Le ultime cinque giornate del campionato sembrano essere abbordabili per una squadra dall’ambizione dei granata.
Da segnalare che nel giorne di ritorno le ultime 5 ci vedono tre volte in casa e forse l’unico ostacolo potrebbe essere la partita contro il Castiglione che ci dicono essere una squadra molto orgogliosa e combattiva e chissà che si giochi contro l’Acireale la permanenza nella categoria.
In fin dei conti, alla squadra acese poco o nulla deve importare: se i punti dovessero giovare per il traguardo della serie D, non crediamo che ci possano essere regali per nessuno.
Con questa disamina non vogliamo dire che il campionato sarà una passeggiata! Abbiamo tentato di dare una chiave di lettura basata sul semplice sguardo al calendario, semza aver visto all’opera nessuna squadra e basandoci sulle ambizioni dichiarate della compagine granata. Se poi il campo dirà ben altro, pazienza, vuol dire che abbiamo preso una colossale cantonata!
 
Vincenzo Barbagallo

Amichevole

 ACIREALE -Rappr.Dilettanti 5-4
– A segno Ranno(2), Leonardi, Antonucci, Cerlso(r) –
– Ancora prove di assemblaggio –
 
Stavolta l’Acireale vince, ma continua a non convincere la difesa a tre schierata da mister Tosto.
Troppo lenta e macchinosa nei suoi esecutori la squadra spesso è in affanno nel chiudere la falle che si aprono ora a destra ora a sinistra nella difesa.
La solita formazione con soli tre under in avvio (3-4-3):
Treccarichi;Murabito, Nobile, Privitera; Nicolosi, Torrisi, Raciti, Celso; Antonucci, Leonardi, Ranno.
 
Ad andare a segno per primo è il solito Ranno, scopertosi goleador in quest’inizio di stagione. L’Acireale segna il due a zero con Antonucci; poi accorcia le distanze con un tiro da fuori la Rappresentativa; quindi Celso su rigore; poi rigore assegnato agli ospiti; quindi Leonardi allungava per i colori granata con un tiro cross beffardo che si insaccava alle spalle del portiere; infine ancora Ranno segnava da due passi. Bello il 4 gol della Rappresentativa con un giocatore abile a smarcasi tra Nobile e Privitera, che si baveva pure Treccarichi e da due passi insaccava.
 
 

Prime valutazioni

PRIME IMPRESSIONI
Analisi della situazione Acireale reparto per reparto
 
Alla luce delle partite amichevoli disputate e a chiusura della prima fase della preparazione, in attesa di vedere la squadra in altre occasioni, ecco un primo sommario giudizio sui reparti che formano la sqadra dell’Acireale versione 2007-’08
 
Portieri:
Il ruolo sembrerebbe ben coperto; Mister Tosto può contare su un under (Treccarichi) e sull’esperto Liotta da alternare a seconda dell’impegno e della formazione che vuole si muova in campo.
 
Difesa:
Il reparto andrebbe completato con l’arrivo di qualche buon under e con l’ingaggio di un altro "esperto" per garantire un buon ricambio ai tre senior Murabito (finora il migliore), Nobile (roccioso e volenteroso, pericoloso sotto porta ma un pò troppo nervoso), e Privitera (ancora indietro rispetto ai compagni, seppur grintoso; anche per lui tiratina d’orecchio: troppo nervosismo specie contro il Vittoria!). Come under ancora non ci siamo. Il solo Manzoni (che con Tosto potrebbe trovare più spazio, dalle buone qualità tecniche, ma forse di poca personalità; in più se mettesse su un pò di muscoli non sarebbe male!) non è sufficiente a garantire un pacchetto under di affidamento.
A tutto aggiungiamo la "pericolosa" difesa a tre. Col Vittoria il reparto è stato messo a dura prova specie nei primi dieci-quindici minuti, quando ha ballato parecchio. Certi che la società è attenta a trovare i giocatori adatti per colmare la lacuna nell’organico, il dubbio rimane sulla scelta del modulo a tre difensori. Il campionato dell’Eccellenza prevede l’utilizzo di 4 under, nella difesa a tre c’è un posto da assegnare ad uno di questi…ma si affida un ruolo che potrebbe essere decisivo ad un ragazzino…Insomma mascherare le lacune di inesperienza con la difesa a tre potrebbe essere impossibile e quindi il reparto potrebbe soffrire parecchio.
 
Centrocampo:
L’assortimento sembra buono. Raciti e Mammana garantiscono una buona esperienza, Emanuele sulla fascia è una garanzia. Celso è il fiore all’occhiello del reparto. Peccato che anche qui si debba trovare posto ad uno, se non addirittura due under! Finora Torrisi, più che Musumeci, ha ben impressionato. E anche Nicolosi (assente contro il Vittoria) ha destato una buona impressione durante questa fase della stagione. Certo, bisogna trovare l’assetto ideale considerando che Celso e Raciti dovrebbero essere intoccabili.
Il modulo di mister Tosto prevede che i due esterni coprano tutta la fascia, in modo da dare aiuto alla difesa in fase di copertura. Contro il Vittoria abbiamo visto Emanuele quasi sulla linea dei difensori. Perciò lavoro sfiancante quello che toccherà agli esterni. Bisogna vedere chi sarà chiamato a occupare tale delicato ruolo a destra (a sinistra Celso dovrebbe essere una garanzia). Si presume un under, che dovrà avere oltre a doti fisiche anche una buona propensione all’attensione tattica.
 
Attacco:
L’attacco è il reparto che dà maggiori garanzie. Potessero giocare tutti l’Acireale sarebbe già al vertice della classifica. Tabasso-Antonucci-Ranno-Leonardi-Messina e Longo sembrano davvero un buon reparto. Messina e Longo potrebbero essere una buona soluzione "under" da schierare titolari a fianco dei più esperti compagni. Ranno ha dimostrato di essere già in palla e di coprire bene il ruolo dell’esterno del trio d’attacco. Bene pure Antonucci, che si è alternato nel ruolo di centrale (in prove di attacco a due punte) e di esterno, anche se è meno mobile di Ranno, ma molto più velenoso sotto porta. Tabasso ha un fisico massiccio, è difficile da marcare, ha ben mantenuto e difeso la palla contro il Vittoria (di serie D) e appena acquisterà un pò di condizione in più sarà più lucido in fase di conclusione. Stesso discorso per SuperNello Leonardi, l’idolo di casa, acese purosangue, il quale ci sembra una via di mezzo tra Antonucci e Tabasso. Vede la porta come il primo ma non è possente come il secondo, anche se è dotato di un gran tiro. L’anno scorso ha deliziato il pubblico acese con gol mai banali, degni di altre categorie.
 
 A conclusione della disamina, il giudizio globale sulla squadra granata non può che essere positivo. Da matricola, si è ben comportata in fase di mercato allestendo una formazione in grado di stabilirsi entro le primissime posizioni della classifica. Insomma, solo il Palazzolo sembra essere di un altro pianeta (come l’Acireale l’anno scorso in Promozione) con alle spalle una società impegnata da un paio di stagioni alla ricerca della serie D, sfiorata l’anno scorso (fu sconfitto nella finale playoff). L’ingaggio del "vecchio" Busetta conferma le intenzioni della società neroverde, ma a volte le ciambelle non riescono col buco. In quest’ottica l’Acireale deve provare a far suo il campionato giocandosi tutto in ogni partita.
Il modulo adottato da Lucio Tosto (3-4-3) non dispiace, ma bisogna subito trovare gli uomini giusti (leggi under…) in grado di poterlo applicare senza patemi. In caso negativo, speriamo che l’intelligenza dell’allenatore possa permettegli di rivedere il suo credo per optare un cambiamento tattico che garantisca più equilibrio. Ci dicono sia difficile che il mister cambi modulo…ma chissà se la necessità non diventi una virtù. D’altra parte un allenatore deve essere in grado di adattarsi agli uomini a sua disposizione, quindi se non si trovano i giocatori adatti è doveroso far quadrare il cerchio con i ragazzi a disposizione. 
 
Infine diamo una possibile formazione titolare dell’Acireale, da quello che abbiamo visto in queste amichevoli e durante gli allenamenti (3-4-3):
Treccarichi (UND); UNDER, Murabito, Nobile; UNDER,Raciti,UNDER,Celso; Antonucci, Tabasso, Ranno.
 
Vincenzo Barbagallo

Sempre sulla notizia!

 
Cuore rosso I nostri inviati ad Innsbruck Cuore rosso
 

AMICHEVOLE

 Vittoria  ACIREALE 1-0 
-E’ partita vera: Il Vittoria passa solo su rigore –
– La difesa acese da rivedere –
– Buona prova di Ranno –
 
Davanti al solito caloroso e numeroso pubblico di fede granata, almeno 1000 i tifosi presenti a Pedara, la formazione iblea passa su rigore a 5′ dall’inizio della partita per fallo del giovane Romeo, ragazzo in prova, che si fa trovare impreparato ed è costretto a trattenere per la maglia il giocatore del Vittoria che sfugge al suo controllo. Il rigore è battuto imparabilmente, anche se il giovane Treccarichi intuisce il lato del tiro.
La partita diventa nervosa e tesa, il pubblico sugli spalti incita i granata a non mollare mai e la squadra prende coraggio trovando le misure in campo. A farne le spese è proprio il giovane Romeo che viene sostituito da Murabito per dar peso alla difesa, apparsa un pò in confusione, per la verità anche con Privitera
Comunque l’Acireale faceva la partita e si procurava due buone occasioni: nella prima Tabasso controllava e si involava verso la porta, ma il suo tiro risultava centrale; nella seconda, Nobile chiamava alla paratona il portiere del Vittoria sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Emanuele.
Il primo tempo si chiudeva fra le polemiche tra i giocatori delle due formazioni.
La girandola dei cambi aveva inizio nella ripresa e il gioco ne risentiva da ambo le parti. La partita si incattiviva in certe situazioni e a volte si faticava a giocare.
L’unica occasione per l’Acireale l’aveva NelloGol Leonardi che, però, sprecava da dentro l’area.
 
Non possiamo che guardare con fiducia al campionato che sta per iniziare. Il Vittoria era squdara di serie D, più avanti nella preparazione, e sicuramente più forte dell’Acireale, ma tutta questa differenza non c’è stata. A parte il gol sul rigore la difesa acese, seppur in affanno, è riuscita a limitare al massimo i giocatori del Vittoria. Il centrocampo titolare (Raciti-Torrisi) ha destato un ottima impressione, con il giovane under Torrisi in buona evidenza.
L’Attacco è il reparto in cui meglio si esprime la forza dell’Acireale: Antonucci-Tabasso garantiscono mobilità e forza e Ranno attualmente è incontenibile.
Nella ripresa è piaciuto il giovane Manzoni (’89), difensore, un ragazzo che, mettesse un pò di muscoli, sarebbe pronto a giocare titolare.
A vedere il bicchiere mezzo vuoto, possiamo dire che finora Tosto non ha mai messo in campo una squadra che può giocare in Eccellenza. Infatti vige la regola di far giocare 4 under, ma puntualmente Tosto ne ha messi 3 se non due.
Appena si riuscisse a trovare gli under giusti (oggi mancava Nicolosi) si dovrebbe cominciare a provare la sqadra in formazione campionato. Treccarichi, Manzoni e soprattutto Torrisi sembrano buoni, ma occorre trovare l’altro under. Ci sarebbe l’ottimo Messina, attaccante (’89) ma in questo caso chi dovrebbe stare in panchina?
A tosto, e al campionato…l’ardua scelta!
L’Acireale, come la famosa vespa…c’è!
 
Formazione del primo tempo:
Treccarichi; Privitera,Nobile, Golodeanu; Emanuele, Raciti, Torrisi, Celso; Ranno,Tabasso, Antonucci.
 
 
 
Vincenzo Barbagallo
 

La V partita

Team GALANTE – I SOLITI
 
La partita è divenuta un allenamento in quanto Lorenzo si faceva male e lasciava I SOLITI in 4.
Il risultato era sull’1-1.
Formazioni:
TEAM: Alfio-Nino-Enzo-Mario-Davide do Brasil
I SOLITI: ilpres-Carlos-PippoFino-Lorenzo-Muccapazza
Reti: do’ Brasil, Lorenzo
 
Commento dagli spogliatoi: un unico ed inequivocabile IO SENTA…in stile MAGNOTTA!
 
Le sfide tra il Dream Team Galante e I SOLITI riprenderanno il 30 Agosto sempre alle 22.
 
Nello Buttà

AMICHEVOLE

 Biancavilla ACIREALE 2-1 
 
A segno Ranno
 
L’Acireale torna sconfitto da Biancavilla nella seconda amichevole della stagione. I granata perdono l’incontro per due reti ad una in virtù delle marcature messe a segno da Sapienza (29’pt), Ranno (11’st) e D’urso (35’st). Non mancano comunque le attenuanti in casa granata legate allo stato del terreno di gioco in terra battuta e ad una conduzione arbitrale discutibile.
 
Formazione:
Acireale (3-4-3)
Liotta (1’st Treccarichi), Privitera, Manzoni (36’st Golodeanu), Musmeci (1’st Torrisi), Murabito (1’st Nobile), Mammana (1’st Raciti), Emanuele (21’st Cassone), Ranno (12’st Longo), Messina (1’st Tabasso), Celso, Antonucci (1’st Leonardi).
 

Arbitro: Randazzo di Biancavilla
Reti: 29′ Sapienza. Nel st 11′ Ranno, 35 D’Urso.
Note: Terreno di gioco in pessime condizioni, un centinaio circa gli acesi presenti sugli spalti.

Gianluca Musmeci