IV giornata campionato Eccellenza gir.B

S.Agata Militello – ACIREALE 0-0
 
Deludente pareggio
– L’arbitro "sistema" la prossima partita: 3 espulsi –
– La Lega ci fa pagare qualcosa? –
– A Palazzolo per tener vivo il campionato –
 
fonte Ufficio stampa A.S.Acireale:
 
"Un arbitraggio pessimo frena la rincorsa dell’Acireale alle parti nobili della classifica. I granata pagano un primo tempo dove hanno lasciato troppa iniziativa ai padroni di casa del Sant’Agata, ma nella ripresa, giocata a senso unico, sono saliti in cattedra il portiere ospite Bucca e il direttore di gara signor Mandina di Palermo. Il primo salva in almeno tre circostanze la propria porta, su conclusioni di Celso, due volte di Raciti; il secondo lascia l’Acireale in dieci per un’inspiegabile espulsione ai danni di Leonardi, fischiando ostinatamente contro i granata con un atteggiamento provocatorio e negando, all’ultimo dei sei minuti di recupero concessi, un rigore clamoroso ai danni di Tabasso.

Il Tabellino
SANT’AGATA: Bucca, Asamo, Travaglia, Margò, Regina, Veneroso, Marotta (20′ st Micalizzi), Librizzi, Kumby (44′ st Alioto), Fleres, Zingales. A disposizione: Falsetti, Santomarco, Vitali, Juculano, Scianò. Allenatore: Giuseppe Currò.
ACIREALE: Treccarichi, Murabito, Celso, Manmana (19′ st Tabasso), Marcenò, Cristaldi, Nicolosi (9′ st Torrisi), Raciti, Messina, Leonardi, Emanuele. A disposizione: Liotta, Nobile, Privitera, Manzoni, De Pasquale. Allenatore: Lucio Tosto.
ARBITRO: Mandina di Palermo. Primo assistente: Argento di Palermo; secondo assitente: Cascio di Palermo.
NOTE: Più di cinquecento i tifosi sugli spalti, per lo più provenienti da Acireale. Ammoniti per l’Acireale Murabito e Manmana per gioco scorretto, Emanuele per ostruzionismo, Tabasso e Messina per simulazione. Per il Sant’Agata, cartellino giallo a Travaglia e Marotta per gioco scorretto, a Fleres per proteste. Espulsi Leonardi e, direttamente dalla panchina, il difensore acese Privitera per proteste. Il secondo tempo è cominciato con cinque minuti di ritardo perché in seguito a una rissa scoppiata negli spogliatoi, l’arbitro ha espulso il secondo portiere granata Liotta e il giocatore ospite Santomarco. Angoli 6-1 per l’Acireale.

INTERVISTE
E’ un fiume in piena, nel dopopartita, il tecnico granata Lucio Tosto: "Quello che si è visto oggi è uno scandalo – tuona – Abbiamo giocato in undici contro quattordici. Sono trent’anni che faccio calcio, e una cosa del genere non l’avevo mai vista. Qui non si tiene conto che c’è gente che lavora tutta la settimana, un presidente che caccia fuori i soldi… Di fronte a quello che è successo, la parte tecnica non conta. Nulla da rimproverare ai miei giocatori. Ma sono successe troppe cose strane".
Tosto si riferisce anche all’espulsione di Nello Leonardi, che il diretto interessato racconta così: "Il loro portiere era rimasto a terra, per perdere tempo, e io ho detto all’arbitro: faccia recuperare tutto. Questi stanno prendendo in giro noi e lei! Lui dapprima si è allontanato, poi deve averci ripensato, è tornato verso di me e mi ha sventolato sotto il naso il cartellino rosso dicendo: qui nessuno si fa prendere per in giro!".

A stemperare gli animi ci pensa il presidente Sebastiano Massimino: "Non credo ci sia qualcosa da rivedere nella squadra. Quello che si doveva dire in merito è stato detto a inizio campionato. Tosto e i ragazzi possono continuare a lavorare tranquilli. La partita? Non credo si possa imputare qualcosa alla squadra. Nel secondo tempo c’è stata una sola squadra in campo, e quella è stata la nostra".

Prende il punto con grande soddisfazione il tecnico del Sant’Agata Giuseppe Currò: "Abbiamo giocato meglio rispetto ad altre partite – afferma – Abbiamo giocato con cinque uomini dietro, chiudendo tutti i varchi e difendendoci con ordine al cospetto di una squadra, l’Acireale, che, non lo scopro certo io, farà molta strada in questo torneo, anche se al momento sta avendo qualche problemino"."

Per ora nessun altro commento, se non quello che paghiamo i fatti della finale della Coppa Sicilia dell’anno scorso a Licata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...