Campionato serie C2 Basket

 U.S. S.LUIGI Gravina 57-58

PECCATO!
– A 2” dalla fine si spegne sul ferro la palla della vittoria! –

Una partita da dividere in due: il primo tempo e il secondo. Ovvio direte! Ma mai come stavolta al partita è dai due volti perfettamente divisi a metà.
Al riposo lungo il S.Luigi conduce 39-26 sul Gravina, i restanti due quarti finiscono 18-32 per gli ospiti!
E’ tutta qui la sintesi della partita.

Accolti da un numeroso pubblico, con buona e fastidiosa rappresentanza ospite, il S.Luigi schiera sul parquet il quintetto base Vigo-Catalano-Prudente-Vetrano-Da Ponte. La palla a due è di Ganci, ma il primi due punti della partita sono di un ispirato Vigo che, in contropiede, segna i primi due punti della sua seconda vita la S.Luigi dopo la parentesi giarrota. Il momento buono di Vigo continua con una bella palla rubata che si conclude con un assist a Prudente:4-0. Il S.Luigi è in palla e va sul 8-0 dopo tre minuti di gioco, costringendo il Gravina al TimeOut.
Nessun effeto pare sortire l’interruzione di gioco, anche perchè dalla linea dei liberi il Gravina è ben sotto il 50%. Il Punteggio si fa più corposo per il S.Luigi che con Vetrano si porta sul 12-1!
Il "buon" Peppe Ganci (mai rimpianto ex S.Luigi…) dalla linea dei liberi è soltanto disastroso e così i biancoblù vanno avanti 14-6 a 3’45” dalla prima sirena. Un filotto di 3 punti di Pettinato e i due liberi di Prudente chiudono il primo qualrto che vede il S.Luigi avanti 19-9.

Il motivo della gara non cambia col passare del secondo quarto, sono Prudente e Vigo a portare il vantaggio a 12 punti (26-14) con due bombe ben piazzate. Il Gravina sbanda sotto i colpi dei sanluigini, ma resta aggrappato al fatto che i ragazzi del neo-coach Nicolosi sono aggravati di falli.
Anche Da Ponte piazza il suo primo canestro della partita: ed è di quello pesante 3 punti!
A -2’51” il Gravina non riesce a tirare per l’ottima difesa acese, ma il gioco sanluigino non è fluido. Il punteggio si muove poco e si deve arrivare a -55” dalla sirena per vedere il massimo vantaggio S.Luigi (39-24) che chiude il quarto 39-26.

Tutto lascia presagire ad una partita combattuta fino alla fine, perchè la situazione falli in casa biancoblù non è delle migliori.

Appena riprende la partita Prudente regala una tripla al pubblico acese, ma la partita "gira" a favore pseudo-cacanese. Da Ponte commette il suo terzo fallo dopo 1’10” e deve lasciare il parquet, il Gravina approfitta della confusione dei vari debuttanti sanluigini e comincia a "rosicchiare" lo svantaggio. Non è un parziale decisivo, ma è una fase di gioco in cui il S.Luigi soffre sottocanestro i lunghi Marino (altro mai rimpianto ex) e Ganci che comincia a ricordare come si tirano i liberi e fa il primo 2/2 della sua deludente partita. Il S.Luigi rintuzza, soffre e combatte mantendendo 13 punti di vantaggio allo scadere del terzo periodo (49-36).

Il quarto periodo vede salire l’incitamento ospite, che coglie i segnali dell’ incredibile rimonta nella situazione falli disastrosa in casa S.Luigi. Così pian pianino il Gravina sfrutta i suoi lunghi e infila un parziale di 4-17 e pareggia l’incontro 53-53 quando mancano 3’26”. In mezzo ci stanno il terzo fallo di Vigo, il quarto di Catalano e Da Ponte, il quinto di un deludente Vetrano (ma lo sapevamo già…) il quinto di Fichera. Il sorpasso del Gravina avviene a 55” dalla fine 56-58 con l’altro ex Porto a segnare 1/2 dalla linea dei liberi.
Le squadre si giocano tutto negli ultimi secondi.
Prudente ha la possibilità di pareggiare con due liberi, ma fa 1/2, 57-58. Sul rimbalzo è il Gravina a non trovare il canestro! TimeOut di coach Nicolosi che prepara l’ultima azione a 24” dalla fine. La rimessa in gioco è un pò difficoltosa, l’arbitro tarda a fischiare un fallo su Da Ponte facendo imbestialire il pubblico di fede pseudo-cacanse. A 20” dalla fine è ancora Vigo a battere la rimessa. La palla scotta, non si riesce a trovare il gioco per Da Ponte, la toccano un pò tutti in questa continua rotazione, finchè giunge ad un liberissimo Prudente sulla linea dei 6 metri a 2” dalla fine. La parabola sembra quella giusta, ma la palla finisce sul ferro che non aiuta e spinge via la vittoria all’ esordio!

Cosa dire in sede di commento?
Peccato! La partita poteva essere dei sanluigini se solo si fosse gestita meglio la seconda metà di gioco. La panchina è apparsa poca cosa per un campionato ad alto livello (anche se mancava Scuderi, ex Gravina), da rivedere il solito indisponente Vetrano e un Da Ponte che è capace di liberare un buon tiro, ma anche di sbagliare cose elementari. Vigo, Catalano e Prudente sembrano essere solidi supporti alla squadra ma non possono reggere da soli la baracca. Piace la grinta di coach Nicolosi alla prima esperienza in C2. Vedremo in seguito quali sogni potrà coltivare il S.Luigi in questa stagione.

 IL TOP  Animoticon
VIGO sempre in campo, regge alla grande gli attacchi del Gravina e recupera 3-4 palloni addirittura in anticipo di Ganci! Peccato che nel finale l’età lo costringe a tirare il fiato ma gestito un pò meglio poteva essere di fondamentale aiuto nella confusione finale della sua squadra. Parte benissimo al tiro ma finisce con qualche errore di troppo.

 ilflop   Triste
VETRANO possibile che più anni passano e peggio è? E’ fuori dalla partita con 8’51” da giocare! Non è mai sufficiente su Marino e Ganci (ed è tutto dire…)per vedere la prima sue entrata bisogna aspettare la fine del terzo periodo! MAH!

Commento a cura di Vincenzo Barbagallo
 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...