X Gironata Campionato Eccellenza gir.B

 ACIREALE Giarre 1-1
Ancora un X!
– Leonardi non basta –
– Un buon Giarre, in dieci, frena l’Acireale –
– Il silenzio della curva spegne i granata –
– In serata dimissioni di Tosto: Chico nuovo allenatore –
 
Davanti ad un ritrovato entusiasmo e conseguente affollamento in curva sud (e non solo:quasi 1800 spettatori), il Giarre dimostra ancora una volta che l’avversario “bestia-nera” dell’Acireale è ancora lui.
Storicamente, infatti, la formazione gialloblù è stata sempre particolarmente ostica per la nostra squadra, quasi a voler compensare il divario della sua tifoseria, anche ieri vergognosamente esigua, da sempre poca cosa rispetto ai colleghi di fede granata (un’ora prima della partita, “mini corteo” degli ultras acesi proprio fuori lo spicchio ospite ma nessun giarrese accoglieva gli “inviti” locali).

Eppure i presupposti di una vittoria c’erano tutti: la squadra acese veniva dalla roboante vittoria di Lentini ed, inoltre, schierava la formazione quasi tipo se si eccettua l’assenza di Emanuele e di Ranno, quest’ultimo presente ma solo per i saluti sotto la curva…

La partita vedeva sin dall’inizio il bomber Antonucci partire titolare costituendo, con Leonardi e Marino, un reparto offensivo di tutto rispetto, almeno sulla carta.

Dopo un avvio un po’ titubante, l’Acireale riesce finalmente a farsi vedere ed in maniera alquanto pericolosa in qualche occasione che, tuttavia, riamane esigua rispetto a quello che si potrebbe (e dovrebbe) vedere dagli undici in calzettoni granata.
Risultato che viene comunque sbloccato dal solito Nello (quinto gol per lui), presente anche stavolta al posto ed al momento giusto, dopo una buona incursione locale proveniente da sinistra: Antonucci crossa, sul lato opposto Nicolosi rimette al centro, Leonardi insacca!.

Entusiasmo da vendere in curva e partita che praticamente sarebbe stata in discesa per i nostri ma il Giarre riusciva, addirittura, a pareggiare il match poco prima del fischio della fine del primo tempo e per di più segnando da posizione difficile e nello stesso palo coperto da Treccarichi: frittata completa ed esultanza dei liotrini presenti nel settore a loro destinato.

Durante l’intervallo, la tifoseria acese decide di sospendere ogni attività di supporto in onore al giovane tifoso laziale ucciso drammaticamente in mattinata da un esaltato poliziotto all’interno di un autogrill nei pressi di Arezzo.
Personalmente credo che ogni incontro calcistico doveva essere sospeso, dalla A alla terza categoria: la morte è uguale per tutti e le lacrime è giusto versarle anche quando a morire è un tifoso, un nostro “collega”, un ragazzo che aveva deciso di seguire la sua squadra in trasferta.
Purtroppo, penso che gli incidenti di Bergamo (solidale allo scopo, ma non al modo, degli orobici) e Roma abbiano (maledettamente) ribaltato la considerazione che, quella passata, doveva essere SOLO la domenica in cui l’Italia intera capiva finalmente che il 50% degli incidenti nel calcio non sono opera degli ultras ed invece ci ritroviamo con un ragazzo scomparso e nuovi decreti anti-tifoso peraltro messi in piedi da un “osservatorio” che farebbe meglio a vedere le stelle col telescopio invece di decidere quali partite poter vedere…
 GIUSTIZIA PER GABRIELE!

Del secondo tempo c’è veramente poco da dire e da ricordare.

Tutti i restanti 45 minuti vengono giocati in un clima surreale, con l’Acireale che non riesce ad imbastire una (e dico una) sola azione degna di nota ad esclusione di alcuni calci piazzati dal limite d’aria, ma tutti senza alcun buon esito.
Da notare che i granata hanno giocato buona parte dell’incontro in superiorità numerica ma, ad onor del vero, mi è sembrato di vedere più Giarre che Acireale giocare con l’uomo in più a dimostrazione del fatto che tanti commenti fatti, sulla poca consistenza di gioco di mister Tosto, non erano campati per aria.

La rosa granata è di tutto rispetto, considerando la categoria, per cui gli uomini ci sarebbero ma è finora mancata quell’impronta del tecnico che, invece, dopo una decina di giornate, doveva iniziare a vedersi specialmente in casa, in 11 contro 10 e con il risultato momentaneamente a favore e con la voglia (?) di scalare la classifica!

Notizia di questi giorni è l’allontanamento (o meglio, dimissioni accettate) dalla panchina acese del signor Tosto a cui subentra quella vecchia gloria di Riccardino Chico.

Che dire? La squadra, ribadisco ancora una volta, è o sarebbe competitiva già così, anche se l’aggiunta di un uomo d’ordine nel cerchio di centrocampo non farebbe di certo male, ma la mediocrità del torneo non può che far considerare la nostra come una buona rosa di giocatori che han bisogno d’avere un’idea di gioco e, forse, più coraggio nei propri mezzi!

A mister Chico i nostri migliori auguri nonché i nostri umori domenicali e d’inizio settimana; lui conosce bene la piazza, sa come è facile esaltarla o trasformarla nel peggior nemico, sa che la maglia granata va sudata per antonomasia e che questa tifoseria (ieri circa 1800 e siamo ancora al margine dei playoff) non merita di questi spettacoli penosi così come, invece, il secondo tempo contro il Giarre ci ha offerto.

Riconquistare la vetta è ormai difficile, specialmente ora che i ragazzi dovranno in fretta assimilare le idee del nuovo trainer.

L’obiettivo “serio” (ad esclusione di almeno quattro vittorie consecutive a partire già dalla prossima ed includendo, quindi, anche il Castiglione al Tupparello!) rimane un ottimo piazzamento nei playoff e poi giocarci il tutto nelle code del torneo, tanto agli spareggi siamo già abituati…

Commento a cura di Emanuele Addia

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...