La Partita del S.Luigi

 Catania 2003 S.LUIGI ACIREALE 53-63
 
Il quintetto del S.Luigi, indicato tra le protagoniste del torneo, non fallisce l’appuntamento con la prima vittoria della stagione e regala al numeroso pubblico al seguito il successo in uno dei tanti derby con i catanesi.
Vittoria sulla carta facile, che tale si è dimostrata, perchè poco o nulla ha potuto fare il giovane team liotro.
Tuttavia al S.Luigi ad un certo punto della partita è piaciuto complicarsi la vita, così il risultato è stato fissato soltanto negli ultimi minuti dell’ultimo quarto.
Dopo aver chiuso il primo tempo in vantaggio di 8 lunghezze (28-36), il San Luigi continua ad amministrare il vantaggio mantenendo un ritmo da allenamento, senza mai trovare una continuità di gioco tale da far divertire il pubblico. Eppure gli acesi avrebbero le potenzialità per chiudere la partita.
I soliti 8 punti di vantaggio vengono mantenuti anche alla fine del terzo quarto che si chiude con un ridicolo 11-11 (!) (39-47) con le due squadre che accumulano errori ed approssimazione in ogni situazione, figurarsi che l’ultimo canestro utile dei catanesi si ha a 5’12” dalla sirena!
 
Nel quarto tempo, il S.Luigi stacca l’interruttore e i modesti catanesi riescono a risalire la china e nel nulla dei bianco-blù passano addirittura in vantaggio 49-48 (si, un solo punto per gli acesi…) quanto mancano 5’40”.
Ma è ovvio che coach Nicolosi non può lasciare sfuggire la facile vittoria, così un timeout di scuotimento fa ritrovare il bandolo dell’appena sufficiente gioco e fa prendere il solito vantaggio ai sanluigini, cui basta non forzare il tiro per incamerare i due punti.
 
E’ ovvio che l’amalgama non sia al top, sono tanti i volti nuovi, è diversa filosofia di gioco (non c’è più il buon Severini a dettare ritmo e punteggio…),  i lunghi sono più partecipi al gioco della squadra. Qualche acciacco di capitan Vigo, poi, completa uno scenario ancora perfezionabile.
Il solito distratto Vetrano, il buon Spadaro e l’inconsistente Marletta devono sobbarcarsi il gioco sotto le plance, a Porto, Catalano, Vigo e al sempre prezioso Rapisarda spetta il compito di organizzare le trame dal perimetro. In crescita Fraticelli, ma l’avversario era quello che era, quindi lo attendiamo in altre partite.
 
 IL TOP
Spadaro: porta sostanza sotto il tabellone e un buon apporto di punti. E’ uno dei volti nuovi e non delude scrivendosi a referto  come top scorer della partita. Come inizio non c’è male, ma il banco di prova era comunque limitato.
 
 il flop
Marletta:ahi ahi! Peggiop inizio non poteva fare. Nullo in attacco, non trova il ritmo partita. Speriamo nella prossima gara!
 
Commento a cura di Vincenzo Barbagallo
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...