6a Giornata del Campionato di Eccellenza gir.B Sicilia

 ACIREALE Orlandina 2-0
SOLO I TRE PUNTI!
– Primo tempo abulico, buon secondo tempo – 
– Delle Vedove-gol e Rametta danno i tre punti ai granata –
– Contestazione verso Zampollini e fischi a fine gara –
 
L’Acireale conquista i tre punti dopo una partita dai due volti: primo tempo abulico, quasi se la testa fosse rimasta alla partita di Castigllione contro l’Aci Sant’Antonio, secono tempo di tutta pressione con l’Orlandina che ha faticato parecchio a difendersi e ha resistito a subire il gol granata per l’eccessiva imprecisone al tiro degli acesi.
Ci pensa Gianni Delle Vedove ad aprire le marcature, segnando a tu per tu col portiere, dopo un preciso lancio di Privitera al 80′. Il gol scaccia i fantasmi di una classifica in deficit, ma non placa la contestazione al gioco da parte del mondo ultras. Piovono fischi per la prestazione ai granata.
E’ Rametta a chiudere la partita in tutti i sensi: dopo il suo gol, un pallonetto ravvicinato a superare il portiere in uscita, l’arbitro fischia la fine dell’incontro.
Si rimprovera alla squadra granata la poca voglia del primo tempo, si rimprovera l’allenatore di non dare la giusta carica agonistica alla squadra. Onestamente non capiamo il motivo di tanto accanimento verso l’allenatore, che magari non è lo Zeman della situazione, ma sicuramente deve fare a meno di varie importanti pedine: le assenze di Costanzo, Casella , Amico e Corbino  che sono tutti gli attaccanti della rosa – nella lista manca Rametta – oltre a Consoli, non gli consentono di scegliere. Formazione obbligata.
C’è, è vero, la costante mancanza di un uomo che agisca sulla fascia destra: la squadra si muove bene, diremmo pure benissimo, a sinistra, sull’asse Martelli (vero gladiatore in campo)-Bognanni, ma non trova il giusto affondo dall’altro lato, dove Grosso non ha la capacità di Bognanni nè Cipolla riesce ad essere incisivo. Delle Vedove, schierato trequartista, o centrocampista avanzato che dir si voglia, è  libero di inventare giocate per i compagni.
Non ci è piaciuta l’ennesima partenza dalla panchina di Privitera, che paga la stupidata fatta col Paternò e che non trova più il posto tra gli undici di partenza. Orofino seppur volenteroso a volte riesce a risultare indisponente, con tutte le lamentele verso i compagni e con i tentativi di eurogol puntualmente tramutati in penosi tiri dalla distanza che non inquadrano mai la porta.
Di sicuro c’è che le squadre che affrontano l’Acireale sono votate solo ed esclusivamente al contropiede, ma stavolta l’Orlandina, nell’unico tiro in porta della partita, non trova il Jolly e quindi non può che subire i tentativi granata e sperare nell’errore degli avanti acesi.
Insomma, arrivani i tre punti la classifica si muove, la vetta dista solo 2 punti: le prospettive non sono così compromesse.
L’Acireale giocherà la prossima partita in casa con L’Aquila Grammichele per poi andare nuovamente a Camaro -mercoledì c’è il ritorno di coppa Italia-per provare a dare il filotto di vittorie che i tifosi attendono da due anni!
Commento a cura di Vincenzo Barbagallo
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...