Archivi del giorno: 14 dicembre 2008

15ma giornata Campionato di Eccellenza gir.B Sicilia

 ACIREALE Villafranca 1-0
Nuovo corso, vecchie abitudini!
– Bonarrigo-gol: Granata vittoriosi senza convincere –
– Esordio per Antonucci, ma è il centrocampo a deludere –
 
L’Acireale si aggiudica i tre punti in palio, ma non convince per quel che riguarda il gioco. A dire il vero, se possibile si gioca anche peggio del solito. E’ vero che mancano gli uomini migliori (ancora appiedato dal giudice sportivo Costanzo, fermo Delle Vedove, squalificato Privitera) ma i sostituti non agevolano le idee del nuovo allenatore Santino Bellinvia, anzi, non riescono proprrio a produrre idee!
Acireale che schiera il neo arrivo Antonucci, costretto alle scuse pubbliche per essere "ri-accolto" dai tifosi granata, in campo pure Bonarrigo. Che non si fosse in una giornata di grazia si è capito subito, il Villafranca infatti sfiorava il gol al 15′ quando colpiva la traversa a Greco battuto. Niente scossa per i granata che tentavano di arrangiarsi in avanti ma non si procuravano occasioni da gol. Eppure, al 40′ riuscivano a far breccia nell’attenta difesa ospite: Consoli, vinceva un contrasto e si presentava a tu per tu col portiere Giunta, metteva al centro dove l’accorrente Bonarrigo era pronto all’appuntamento col primo gol in maglia granata.
 
Stessa musica nel secondo tempo: Villafranca che gioca discretamente e che impegna Greco in una difficile parata, Acireale in crisi di identità che non combina nulla sottoporta avversaria. Solo qualche iniziativa di Bonarrigo o di Consoli viene fermata con le "buone" maniere dai difensori ospiti, ma di tiri in porta neanche a parlarne. Insomma si vive dell’episodio che ha sbloccato la gara e si attende con impazienza il fischio finale.
Unico brivido del secondo tempo la quasi rissa che scoppia durante il rientro delle due squadre verso gli spogliatoi: a qualche ospite non va giù la sconfitta e ne nasce un parapiglia sedato degli stessi giocaori.
 
Nulla di nuovo dunque in casa acese: squadra che ha difficoltà ad imbastire azioni-gol, punte abbandonate al loro destino, lanci lunghi per cercare di creare qualche pericolo che stavolta non arriva. Il problema forse non stava nella guida tecnica di Zampollini, quanto negli uomini che si hanno in rosa, tanto che neppure il neo allenatore granata Bellinvia ha potuto contare su una prestazione che si discosti delle precedenti.
Gli ultimi giorni di mercato dovrebbero consegnare un Acireale probabilmente ridisegnato: qualcun’altro arrivo a centrocampo, così come qualche partenza, sembra all’orizzonte. Sicuramente la squadra va migliorata nella zona nevralgica del gioco: un centrocampista di qualità che possa affiancare o sostituire Delle Vedove ci vuole come il pane. L’arrivo di Antonucci dovrebbe grantire uno sbocco alla manovra, ma manca sempre l’ariete d’area, l’uomo in grado di proteggere il pallone contro avversari forti fisicamente. Le prossime ore potrebbero essere decisive per il prosieguo del campionato!
Commento a cura di Vincenzo Barbagallo
Annunci