16ma Giornata Campionato di Eccellenza gir.B Sicilia

 ACIREALE Misterbianco 2-1
Quanta sofferenza!
– Acireale sprecone: 4 pallegol fallite –
 – 0/4 dagli 11 metri: così non và, stavolta sbaglia Bonarrigo –
– Molto da migliorare: per Bellinvia il lavoro non finisce qui –
 
Quando Bonarrigo si presenta dal dischetto e inizia la sua rincorsa, i brividi percorrono le spalle degli infreddoliti spettatori. Peggiori sono le sensazioni che questi hanno quando il portiere D’Antona si tuffa dal lato giusto e respinge la palla. Ebbene si, l’Acireale spreca il 4° rigore del campionato, cioè tutti quelli concessi, ed erge la famiglia D’Antone come bestia nera dei rigoristi acesi. Infatti il portiere del Misterbianco è il fratello di quello dell’Aci S.Antonio, che di rigori ne parò addirittura due ai granata!
Nonostante questo, se poi si riesce a vincere, la sensazione di aver trovato 3 punti d’oro è nnegabile, ma è mitigata dalla consapevolezza che la squadra ha ancora tanto da migliorare.
I motivi per festeggiare questo successo, dunque, ci sono, primo tra tutti quello di aver recuperato una partita messasi subito male. Al primo afondo i Misterbianco trovava il gol con Borbone, che di testa infilava Greco. Ma era subito Antonucci a non fallire il pareggio: Privitera gli serve un pallone d’oro e il bomber non sbaglia.
E’ ancora Antonucci a sfiorare il gol colpendo la traversa dopo una bella girata di testa sul finire del primo tempo.
 
Ripresa in cui l’Acireale parte subito forte, pigia un pò sull’acceleratore e trova il rigore per atterramento di Lo Coco servito dentro area da Antonucci e steso da un difensore (che verrà espulso). Dell’errore di Bonarrigo ne abbiamo già parlato…
Il Misterbianco ci tiene a fare bella figura e prova addirittura a vincere la partita giocando a viso aperto. Ma la coppia gol granata trova lo spunto che porta al 2-1. Scambio Lo Coco-Antonucci-Lo Coco, tocco in diagonale che supera D’Antone e si infila in rete. esordio col gol per il neo granata.
Poi è una sofferenza, nonostante la soperiorità tecnica e numerica. Gli arancioni sfiorano il gol due volte, ma gli innesti di Lunetto e Mastronardi blindano la difesa. Anzi, è proprio l’Acireale a sfiorare il gol con il solito Antonucci: prima sbaglia il colpo di testa girando alto sulla traversa, poi dopo aver seduto portiere e due avversari centra in pieno petto l’ultimo difensore che gli  nega il gol dell’anno!
 
Soddisfazione per i tre punti e per la fortuna che sembra essersi ricordata dei granata: in altre occasioni questa era partita che si sarebbe persa facilmente. Per adesso invece il gioco sembra latitare: addirittura sembra peggiorato. I difensori granata quando pressati tendono a gettare la palla in avanti, gli attaccanti che sono rapidi, ma non hanno il fisico per tentare di proteggere i palloni alti, e quindi palloni inutili. I centrocampisti che spesso incappano in giornate storte e che non propongono nulla di buono, il gioco sulle fasce assente…Insomma un pò di traumi il cambio di "squadra" ha fatto: c’è la sosta natalizia che servirà per recuperare subito condizione e idee.Anche perchè al ritorno in campo c’è il derby con il Paternò e la semifinale di coppa italia con il Milazzo.
Commento a cura di Vincenzo Barbagallo
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...