27ma Giornata Campionato Eccellenza gir.B Sicilia

 ACIREALE Biancavilla 2-0
E’ SOLO L’ILLUSIONE DI UN ATTIMO!
– Granata con le orecchie ad Aci Sant’Antonio: speranza vana! –
– E adesso rassegnamoci ai playoff! –
 
Corre il minuto 16 della ripresa: molti dei telefonini degli spettatori acesi suonano. La notizia che l’Aci Sant’Antonio ha pareggiato scuote il torpore del pubblico granata. I tifosi incitano i giocatori che sfiorano subito il gol con Lunetto che alza sopra la traversa con un colpo di testa. <cinque minuti di speranza, cinque minuti in cui un gol potrebbe riaprire il campionato in maniera quasi clamorosa. Ma si sa, i bei sogni durano poco. Stesso squillare del telefonino, ma la notizia è di quelle mortifere: la capolista segna e se va!
Contemporaneamente, o quasi, l’Acireale passa in vantaggio: siamo al ’20 quando Amico serve a Rametta un pallone invitante verso il portiere ospite: viene atterrato senza troppi complimenti da un difensore. Il rigore assegnato è un tema facile per i piedi di Amico che deposita in rete ed esulta insieme a tutta la squadra sotto la curva. Solo che dagli spalti l’entusiasmo è molto contenuto, anzi diremo quasi assente. I giocatori capiscono: il Milazzo è in fuga e sembra impossibile recuperarne le tracce.
 
L’Acireale schiera la formazione della settimana precedente: Greco difeso da Scalia, Perricone, Mastronardi e Bognanni; centrocampo con Regalino, Calascibetta, Lunetto e De Gennaro; attacco con Lo Coco in coppia con Rametta.
Acireale che parte subito alla ricerca del gol, ma quest’anno gira così: tante occasioni, anche troppe, ma nessun risultato. Non si sa è più merito dei portieri avversari o demerito dei giocatori in maglia granata. Fattostà che sono almeno sei le occasioni limpide per segnare: Lunetto, De Gennaro, Lo Coco, Rametta, persino i difensori Perricone e Mastronardi tentano far passare la linea di porta al pallone, che invece proprio non ne vuol sapere.
 
Il secondo tempo inizia con 10 minuti di ritardo per un buco ad una delle reti delle porte del Tupparello, ma il motivo della gara è sempre quello: Biancavilla in campo solo per onor di firma, Acireale che tenta di segnare in tutti i modi. Così all’undicesimo è Lunetto ad "appoggiare" in semirovesciata al portiere che ringrazia; poi la notizia del pareggio dell’Aci Sant’Antonio, l’altra devastante notizia del vantaggio del Milazzo, quindi il rigore di Amico e, in un clima ormai di delusione, il bel gol di Lunetto che segna superando il portiere ospite con un tocco morbido a pallonetto.
 
Non c’è troppa voglia di esultare dopo questa vittoria che pare incoraggiante: il Biancavilla, ex sorpresa del campionato, non è un ostacolo insormontabile per questo Acireale. Ma dov’è che iniziano i meriti del team granata e dove i demeriti del Biancavilla? E’ davvero tutto ro quello che luccica? Anche noi siamo annebbiati dalle emozioni della domenica: non vorremo aver visto altro a causa delle altalene di emozioni piovuteci in 5 minuti.
Razionlizzando la situazione possiamo dire che il test con i gialloblù non può essere attendibile: Pisano e compagni sapevano che nulla avrebbero ottenuto sul green del Tupparello e sono apparsi troppo remissivi, è anche vero che l’Acireale ha tentato di vincere la partita in tutti i modi, con i soliti vizi sottoporta.
Certamente, prima dei playoff, i tre match che restano per chiudere la stagione regolare offrono alla formazione granata le motivazioni per calarsi nella mentalità degli spareggi: contro il Due Torri, a Gliaca di Piraino, non sarà certo una passegiata, così come contro il Milazzo al Tupparello sarà di scena una bella sfida in cui varrà l’onore; chiuderà il campionato la sfida contro il Villafranca che probabilmente avrà la necessità di punti salvezza.
Insomma un bel finale di stagione, per verificare con quale spirito approcciarsi ai playoff. Ovvio affermare che la piazza attende 9 punti da queste tre partite per riversare, nei playoff, tutto l’entusiasmo che il cammino in chiaroscuro in campionato ha via via svilito, se non spento.
 
Commento a cura di Vincenzo Barbagallo
 
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...