Semifinale Playoff C2 Sicilia Gara-1

 S.LUIGI ACIREALE Melilli  65-67
Beffa sulla sirena
Partite sempre tirate quelle tra S.Luigi e Melilli, stavolta sono i gialloblù a festeggiare sul suono delle sirena, così mercoledì saranno gli uomini di Coppa ad
avere il vantaggio del pronostico e del fattore campo. Cade il S.Luigi, proprio quando sembrava avercela fatta, recuperando in volata lo svantaggio. Bruttissima la gestione del vantaggio sanluigino, conquistato a due minuti dalla fine.
Ma riviviamo la cronaca della partita.
Primo quarto in cui il S.Luigi trova circolazione della palla e punti pesanti da sotto grazie a Marletta, che aveva davanti il totem Santaera, e alle giocate di Spadaro. Melilli non stava certo a guardare, ma era costretto a rincorrere: Vigo limitava molto Ivan Messina, e alla fine il S.Luigi conduceva 15-11.
 
Secondo quarto, i due quintetti sbagliano qualcosa, ma il gioco è piacevole e veloce. Melilli recupera lo svantaggio ed in un nulla è davanti, anzi sembra avere la forza di allungare in maniera decisiva. Ma l’orgoglio del capitano Vigo esce fuori, coadiuvato da Prudente e Marletta, e proprio sulla sirena deposita la bomba che fissa il punteggio sul 33-35 per gli ospiti.
 
Terzo tempino, Melilli e San Luigi pagano i ritmi elevati dei due tempi e gli errori si susseguono. Ma Melilli, ha nelle corde la capacità di imprimere le accelerazioni giuste alla gara, così, quando si lasciano tirare i vari Messina, Santaera e Nicita il pericolo è sempre dietro l’angolo: la zona manda a nozze i gialloblù che allungano il vanatggio con una serie di canestri pesanti. 43-51 il punteggio al suono della sirena.
 
Quarto periodo all’arma bianca per il San Luigi, che spinto dal pubblico gioca il tutto per tutto: Catalano segna i primi due punti sanluigini e una lenta rimonta perota il punteggio sul 49-53 a 6’37” dalla fine. E’ Spadaro a trovare una striscetta di punti che valgono il primo scricchiolio del vantaggio ospite. Poi tocca a Prudente segnare 5 pesantissimi punti, che con quelli messi dentro da Catalano e Vetrano valgono il 58-58 a 3’36”. Si va punto a punto, cresce la tensione e la Palestra cerca di spingere gli acesi. Vetrano e Porto (1/2) portano il punteggio sul 61-59; poi Prudente non sbaglia dalla sua posizione e si va sul 63-59. Nella successiva azione di Melilli, l’arbitro fischia un fallo generoso di Porto su Messina, protesta poco plateale ma sufficiente a provocare un tecnico: Melilli ringrazia e la partita è tutta da giocare: 63-61. Vetrano fa 1/2 dalla linea dei liberi, il solito Messina non sbaglia la bomba ed è 64-64 a 32” dalla fine. Ancora un fallo di Melilli, manda Prudente al tiro libero a -6” . Il buon Giacomo fa 1/2, rimessa disperata di Melilli, che trova il canestro della vittoria con Nicita sul suono della sirena 65-67, e pallino che va in mano del Melilli.
Per sperare di acciuffare la finale, al San Luigi servità un’autentica impresa…
Commento a cura di Vincenzo Barbagallo
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...