Semifinale Playoff Ritorno

 ACIREALE Ostuni 1-4
FINE DELLA CORSA!
– Brusco pomeriggio per l’Acireale e i suoi 2500 tifosi –
– Un’ottimo Ostuni domina al Tupparello –
– Iniziano i processi: campionato fallimentare! –
 
Quasi una settimana non è bastata per smaltire tutta l’amarezza per la beffarda eliminazione dell’Acireale dalla corsa alla serie D tramite i playoff Nazionali.
Eliminazione che, si badi bene, non è ingiusta o dettata da chissà quali trame che vanno oltre il risultato del campo. L’Ostuni ha meritato, per quello visto al Tupparello, di passare il turno, nessuno può recriminare su episodi od errori arbitrali.
Da qui parte il sentimento di beffa. 
Perchè ad essere stati protagonisti in negativo sono stati coloro che avevamo trattato come "amici" , coloro cui abbiamo dato sostegno e affetto, coloro cui abbiamo dato coraggio e forza. Insomma a tradire sono stati proprio i giocatori che avevamo esaltato per il risultato dell’andata.
Una partita così importante non poteva essere affrontata con lo spirito con cui sono andati in campo gli atleti in maglia granata.
Sin dalle prime battute, a parte gli eventuali errori di formazione del mister Bellinvia (fuori Consoli e l’infortunato Privitera, sotituiti da Rametta e da De Gennaro), è apparso chiaro che la forza delle 4 punte dell’Ostuni non poteva essere fronteggiata con quello spirito arrendevole, privo di grinta, forse sin troppo poco aggressivo. Tutte le caratteristiche principali della squadra granata sono venute meno: centrocampo in balia dell’avversario, difesa in perenne difficoltà.
Sicchè all’Ostuni è bastato inquadrare la porta per far paura alla squadra acese. Primo pericolo al 9′ quando De Benedictis segnava in tap-in, dopo una brutta respinta di Greco, ma in posizione di netto fuorigioco; due minuti dopo era una deviazione di Perricone a spiazzare Greco che vedeva infilarsi il pallone alla sua sinistra. Gap annullato, Ostuni padrone del gioco e del campo.
Lo 0-1 scuoteva un pò l’Acireale, ma il solo Rametta cercava di rendere la vita difficile alla difesa gialloblu: una sua conclusione si stampava sul palo sul finire del tempo. Troppo poco per sperare di superare l’ostacolo pugliese. Infatti, da una veloce ripartenza l’Ostuni segnava il secondo gol: Piscopo dal limite dell’area lasciava partire un tiro che Greco non tratteneva: 0-2 e acireale in bambola così come i 3000 accorsi a sostenerlo.
Bellinvia provava le ultime mosse della stagione: dentro Consoli, Amico e Antonucci il quale, al 74′, dava fiato alle speranze acesi segnando un bel gol dopo una veloce combinazione con Lo Coco, bravo a servire il compagno.
L’Acireale aveva un sussulto d’orgoglio e creava la palla del possibile gol qualificazione all’ 82′. Consoli crossava al centro dove Amico, lasciato solo, si preparava per colpire di testa: l’attaccante granata sceglieva il tocco sul palo più vicino, ma la palla si perdeva a lato di un buon metro. Il tempo di disperarsi e l’Ostuni segnava il gol partita: contropiede micidiale e De Benedictis fissava il risultato sul 1-3 al minuto 84. Il quarto gol arrivava dopo 4′ ma la testa era già altrove.
Cosa dire dopo questa incredibile partita?
L’Acireale sicuramente non ha giocato con la giusta concentrazione, chissà per quale oscuro motivo, le voci sono tante (in questo tipo di finali di stagione se ne sentono di tutti i colori…) però è certo che la squadra è apparsa molle e in balia dell’avversario.
L’Acireale paga pure gli errori di una assurda dirigenza, composta da mestieranti senza scrupoli e senza alcuna competenza che hanno di fatto dilapidato buona parte dei soldi messi a disposizione da Schwartz.
Come sempre i soli ad uscire a testa alta da questo amaro campionato sono i tifosi acesi, cui toccherà assistere all’ennesima estate calda…
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...