8a giornata Campionato di Eccellenza Sicilia gir.B

  ACIREALE Orlandina 4-0
Prove di FUGA!
– L’Acireale si abbatte sull’Orlandina : 10 minuti di tempesta! –
– Mercoledì i granata saranno spettatori interessati dei recuperi –
 
Acireale spietato. Acireale concreto e lucido. Dura poco meno di 5 minuti la porta inviolata difesa da Bucca. Tanto basta al panzer Esposito per involarsi verso l’area di rigore, resistere al tentativo di fallo e correre verso la SUD per ricevere l’abbraccio degli Ultras. Tutto secondo un copione che finora non è riuscito solo nella partita interna contro il Ragusa.
Sceso in campo con il solito schieramento pensato da mister Breve, 4-3-3 senza alcuna modifica rispetto al turno precedente, l’Acireale mette alle corde il malcapitato team di Capo d’Orlando che deve arrendersi ad Esposito (come descritto prima) e al 10′ a Cassaniti. Il giovane granata si inserisce perfettamente e di testa insacca un cross dalla sinistra di Pagano tra palo e portiere. L’Acireale controlla a piacimento, difende sui tentativi dell’Orlandina, per la verità mai pericolosa, ma almeno ci ha provato, e trova il modo di triplicare al 37′. Truglio si incunea in area di rigore e viene atterrato da un difensore ospite. Per l’arbitro è rigore, per noi un pò meno! Dal dischetto Fascetto sbaglia la conclusione, Bucca respinge, ma Capitan Costanzo raccoglie la sfera e deposita in rete con un preciso tap-in.
 
Il secondo tempo è un pò meno brillante, la squadra acese controlla sempre con grande raziocinio la gara e non corre mai pericoli. Il ritmo è quello che è, ma è ovvio che sia così. Nonostante questo i tentativi per rimpinguare il bottino di reti ci sono, anche se meno precisi. Allora tocca a Zumbo al 32′ crearsi l’occasione da sfruttare. Dal limite lascia partire un velenoso tiro che il portiere può solo toccare: 4 a zero e tanti saluti a tutti.
 
In attesa che il Vittoria recuperi la partita contro il Noto (bel big match) mercoledì, l’Acireale esce da un fine ottobre terribile per gli impegni di Coppa Italia e di campionato, con il turno infresettimanale, e può godersi il primato, anche in caso di vittoria dei biancorossi di Cassia.
Peccato per il pareggio interno contro l’ostico Ragusa, se no parleremmo di perfezione assoluta. Ma sarebbe pretendere troppo da un gruppo che comunque sta facendo quello che tutti si aspettano faccia.
Domenica prossima altro impegno difficile in quel di Messina contro il Camaro: la trasferta sarà vietata ai tifosi granata (salvo sorprese dell’ultim’ora) e quindi alle difficoltà sul campo si sommano quelle ambientali. Occorrerà una prestazione super da parte di tutti per uscire con i tre punti dal Celeste, per poter affrontare il derby casalingo col Paternò con l’entusiasmo di una città intera che aspetta un piccolo segnale per abbracciare la squadra granata.
 
Commento a cura di Vincenzo Barbagallo 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...