15ma giornata Campionato Eccellenza Sicilia gir.B

 Biancavilla ACIREALE 1-1
CAMPIONI D’INVERNO
– Prezioso pari in inferiorità numerica –
– Fascetto(5 gol): bomber di scorta –
 
Quando Ciccio Fascetto avanza con la testa alta, poco dopo il centrocampo, e si coordina per il tiro, in pochi dalle tribune avrebbero immaginato che tipo di bolide stesse per scagliare il difensore-goleador granata. La palla parte ad una velocità impressionante, compie 40 metri, pizzica la parte bassa della traversa e si insacca alle spalle dell’esterefatto Linguaglossa. E’ il minuto 36 del secondo tempo e l’Acireale trova così il pareggio.
 
In una giornata fredda, seguita da circa 450 spettatori fedeli ai colori granata, l’Acireale torna in quella che per molti giocatori è l’ex casa propria. La partita col Biancavilla si gioca infatti ad Adrano, campo nel quale molti acesi hanno giocato per due anni di fila. Breve introduce dal primo minuto il nuovo arrivo Patanè al posto dell’affaticato Truglio,. Poi è Scalia che deve fare il vice Montella (ma,senza offesa, non è neppure paragonabile all’assente nel ruolo!). Parte bene l?Acireale che prova a segnare con Esposito rimpallato in angolo, con Petrolà che con un colpo acrobatico tenta la deviazione in porta, con Cassaniti da fuori che "telefona" al portiere, infine con Zumbo che non centra lo specchio della porta. E il Biancavilla? La squadra di Pippo Strano tiene botta, difende e cerca di ripartira, ma di tiri in porta non ne produce neppure uno. Anzi forse uno lo fa, ma un colpo di testa di un  attaccante in maglia gialloblù si spegne lento a lato.
 
Secondo tempo che nasconde un avvio shock per i ragazzi di Breve: al 2′ il Biancavilla va in gol, ma il guardialinee segnala una posizione di fuorigioco e fa annullare. Ma al 7′ il Biancavilla passa in vantaggio: Fascetto è costretto a fermare un attaccante ai limiti dell’area di rigore, la punizione susseguente viene sfruttata a dvere da Saitta che buca Cascella sul suo lato. Grande esultanza da parte dell’entourage gialloblù. I granata appaiono storditi e sbandano per qualche minuto. Addirittura Cassaniti simula di ricevere una testata e viene espulso dall’arbitro. A questo punto Breve deve cambiare qualcosa: fuori D’Angelo e Petrolà, per Varrica e Truglio. LA musica cambia e l’Acireale trova un pò di dinamismo in più, anche se non riesce a trovare nitide occasioni. Così ci pensa Fascetta ad impattare. L’Acireale adesso ci crede e prova a portare via i tre punti. Ancora Fascetto sfiora la rete su punizione, ma il suo tiro si spegne di poco a lato.
 
Il concomitante pareggio del Noto mantiene inalterate le distanze tra le due capo-classifica. All’Acireale spetta il titolo di Campiona D’Inverno con tre punti di vantaggio sui netini, in attesa che si concretizzi la "ciliegina" sulla torta grazie agli ultimi puntelli in questa finestra di mercato. Da fonti piuttosto vicine alla società viene diffusa la notizia che l’attaccante Peppe Madonia, sogno "proibito" del DG Marino e di tutta la piazza, sia pronto ad allenarsi con gli uomini di Breve sin da domani. Se così fosse (anche se si parla di un ulteriore rinforzo a centrocampo…) le avversaria potrebbero mettersi il cuore in pace: questo campionato sarebbe già nelle salde mani dell’Acireale.
Commento a cura di Vincenzo Barbagallo
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...