6a ritorno Campionato di Eccellenza Sicilia gir.B

 ACIREALE Misterbianco 0-0
SCHERZO DI CARNEVALE
– Pareggio contro la penultima: il Noto si avvicina –
– Turnover fallimentare, clima teso : ciclo terribile iniziato malissimo! –
 
Incredibile scherzo di Carnevale riservato ai tifosi acesi ed organizzato proprio nella giornata in cui tutti, ma proprio tutti davano per scontato il risultato finale dalla partita. I pronostici erano tutti per la formazione di mister Breve, la convinzione di fare un sol boccone del Misterbianco era l’unica a stare nella testa dei tifosi. I più prudenti avevano detto che non sarebbe stato facile, ma alla fine nessuno si immaginava di dover consegnare due punti fondamentali al Noto, che vincendo in casa contro il Biancavilla si porta nuovamente a tre lunghezze dai granata.
 
Mister Breve sembra essere sicuro del risultato e inizialmente lascia in panchina Costanzo, Madonia, Truglio, Pagano oltre Fascetto squalificato, Varrica infortunato. Insomma largo turnover. Solito 4-3-3: Cascella; Montella,Scalia, D’Angelo, Patanè; Puglia, Aiello, Zumbo; Cassaniti, Esposito,Petrolà.
Acireale un pò in confusione all’inizio, venti minuti passano via senza aver mai tirato in porta. Soltanto tanta buona volontà da parte degli uomini di Breve che però non sono mai pericolosi. Qualche tenatativo di Petrolà, qualche episodica occasione, una sola vera parata del portiere ospite abile ad anticipare un attaccante granata ed a evitarne la deviazione sottoporta.
 
Costretto ad abbandonare l’idea del turnover, Breve lascia negli spogliatoi Petrolà e Puglia (non ne abbiamo capito il motivo) per Pagano e Madonia, Ma la svolta della partita tarda ad arrivare, anzi non arriverà mai. Decine di mischie in area, tanti calci d’angolo, ma nessuna parata, nessuna occasione che impegni il portiere. Insomma, neppure l’inserimento di Madonia sortisce gli eventi sperati. Il pubblico si innervosisce, il fiato sul collo del Noto appare più grosso, e a farne le spese è proprio Madonia che viene un pò beccato a fine partita. Assurgere al ruolo di salvatore della patria non è certo l’ideale per un giocatore, forse lo carica di troppe pressioni. Sicuramente ingenerosi certi commenti a fine gara, però la delusione è tanta.
Gli avvisi fatti in settimana da parte del direttore Marino, effettivamente avevano un fondamento visto il risultato odierno.
Mercoledì si scende nuovamente in campo, occorre ritrovare subito il passo spedito delle scorse settimana. Un calo ci può stare, ma da dietro nessuno pare voler rallentare la marcia. Il Due Torri è un avversario da battere, non importa come…
Commento a cura di Vincenzo Barbagallo
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...