Verso Acireale-Vittoria, ad un passo dalla D

Partiamo da un numero: 8280.

Teniamolo bene a mente, perché non è casuale tra gli infiniti possibili.
Nella giornata che dovrà celebrare una conquista questo numero assume tanti significati: gioie e dolori, delusione e momenti esaltanti.

Ripercorriamo a memoria tutti i RECORD fatti dall’Acireale in questa stagione: 21 vittorie (e 6 pareggi);  59 gol fatti (miglior attacco), 8 subiti (miglior difesa). Maggior numero di punti interni (35) ed esterni (34)! Numeri da brivido, numeri che nell’altro girone avrebbero consegnato la vittoria con 7 giornate di anticipo, numeri che senza il Noto e il Vittoria (l’avversario odierno), non si sarebbero potuti definire altro che ”da TRIONFO”.
Ma forse è meglio così, la conquista sarà infinitamente più bella!

C’è ancora un ultimo sprint da fare per lasciare ufficialmente e definitivamente una categoria , l’Eccellenza siciliana, ostica ed imprevedibile, che in questi anni abbiamo visto in tutte le salse e che è stata sintetizzata egregiamente ad inizio stagione dal DG Marino come “campionato di cortile”, dove i colpi bassi e le trame nascoste sono sempre possibili, dove tutti conoscono tutti e l’Acireale rappresentava la mosca bianca, l’estraneo che arriva e scombina i piani, l’avversario da battere.

Tre lunghi anni che ci hanno visto patire in campi al limite del praticabile, con diversi episodi che ci hanno dipinto come tifoseria “pericolosa” solo perché NUMEROSA e difficile da contenere in questi “cortili” adibiti a campi di calcio. Ne abbiamo viste di tutti i colori: reti arrugginite, campi impraticabili, divieti assurdi lanciati come anatemi contro la passione acese verso la sua squadra.

Abbiamo cullato sogni improbabili di vittorie tramite i playoff al primo anno; abbiamo sfiorato la sensazione di poter ambire alla promozione per poi svegliarci nella semifinale nazionale contro l’Ostuni l’anno scorso quando l’avventura naufragò fragorosamente. Finalmente, il traguardo si concretizza all’orizzonte. Occorre VINCERE e non pensare a niente e nessuno, come sempre in questo campionato, dritti per la nostra strada. PRIMI dall’inizio alla fine del torneo, nessuna ombra, nessuna recriminazione da parte di avversari piccoli piccoli davanti allo strapotere della squadra di Mister Breve. Se altri si vantano di aver fatto miracoli e sono ben dietro l’Armata Granata, come poter sminuire il lavoro di questa che li domina tutti dall’alto?

Per fugare ogni dubbio, per scacciare indietro tutti i denigratori, tutti gli invidiosi bisogna chiudere i conti. Poi si spera che si possa guardare al futuro e si possa pensare a programmare una stagione importante in una serie che sicuramente è (e speriamo sia) un trampolino verso palcoscenici migliori…

Ma questi discorsi avremo tempo e modo di affrontarli!

Ed allora pensiamo a quest’ultimo importante passo da fare.
Tante persone che non vedevamo allo stadio saranno presenti. Molti di voi che leggete vi state unendo alla festa, ed è giusto così: occorre celebrare la vittoria di questi ragazzi che hanno onorato al meglio la maglia in questa stagione, sapendo a cosa andavano incontro indossando la maglia dell’Acireale, che senza false modestie, è una maglia che in Sicilia significa molto, moltissimo per tutti coloro che masticano di calcio.
Molti di voi non sanno quanti sacrifici abbiamo fatto noi, lo ZOCCOLO DURO della Curva Sud, per mantenere alto il nome di Acireale e per incitare la maglia sempre e comunque. Vi chiediamo quindi di partecipare a questa festa incoraggiando e tifando con quanto più calore possibile l’undici che scenderà in campo, tutti insieme dobbiamo prendere in braccio questo gruppo così da tagliare quella linea che è a 90 minuti da qui! Occorre trasmettere la voglia di vincere dimostrata nelle ultime partite: la presenza  a Noto, la rabbia sportiva dimostrata a Paternò, la carica fatta
contro Belpasso e Camaro. In tutte queste occasioni il pubblico è stato una componente fondamentale per la riuscita dell’operazione “serie D” .

Vi chiediamo di unirci a noi che abbiamo sofferto per questi famosi  8280 minuti (2 campionati e 27 partite, più i playoff, fin qui) per vedere questo momento!

ALTA E FIERA SVENTOLA LA NOSTRA BANDIERA:

AVANTI ACIREALE, LA D CI ASPETTA!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...