Archivi del mese: dicembre 2010

Ultimo post dell’anno…

2010-2011

Ai mie cari, a mia sorella Sazza e al Piccolo Lord, ad Antonella (come farei senza di te?), a Milù (se non capisce lo capirà con 4 carezze), alle mie caridine e ai miei pesciolini, a tutti gli amici, all’Acireale, ad Acireale… a tutte le persone che si “sventurano” a leggere queste pagine:

BUON ANNO NUOVO!

19ma giornata Campionato Serie D gir.I

Sambiase – ACIREALE 2-0
9° CAPITOMBOLO!
– In piena emergenza l’Acireale perde la nona volta –
– La pausa natalizia servirà per preparare il ritorno –

18a giornata Campionato di Serie D gir.I

ACIREALE – Marsala 3-1
L’Acireale brinda col…Marsala!
– Fascetto-Sicali-Pagano : tre gol per scacciare la crisi-
– Sabato si chiude col Sambiase : serve continuità! –

I derby al Tupparello portano bene: terza vittoria su 4 scontri tra isolane e l’Acireale vede un pò di luce e qualche spiraglio di buon gioco.
Gli infortuni costringono Breve a rivoluzionare per l’ennesima volta la squadra:  Romano tra i pali; Pagano-Fascetto-D’Angelo-Mannino ; Puglia-Zumbo-Calà Campana-Montella; Sicali e Senè. 4-4-2 con Montella più avanzato per garantire una spinta maggiore vista l’assenza di Riccobono. Debutto per Senè seppur non al meglio della condizione.

L’Acireale parte bene, ci prova si dall’inizio. Il neo granata Senè, molto mobile e già calato nel ruolo, scaglia ul tiro che si perde alto sulla traversa. Il gol granata arriva grazie ai piedi di capitan Fascetto: punizione dal limite, il rasoterra oltrepassa la barrierra e si insacca alle spalle del portiere ospite. Al 13’ siamo già 1-0.
L’Acireale continua a pressare l’avversario e cerca il gol della tranquillità: al 18’ Sicali controlla e batte a rete trovando il 2-0.

Il Marsala non si arrende e pesca il jolly con un tiro strano che si insacca nel sette. 2-1 poco prima del 25’.  L’Acireale pare un’altra squadra rispetto alla scialba di mercoledì. Ci prova a chiudere l’incontro e cerca il terzo gol.  Si va al riposo con una sensazione di tranquillità per la squadra ritrovata.

Nella ripresa il Marsala ci prova di più, ma non fa correre mai un pericolo a Romano. Sono gli uomini di mister Breve a  sfiorare il gol ripetutamente. Senè fa salire la squadra e fa reparto ; Sicali pare molto mobile e galvanizzato dalla rete corre come un forsennato. Perfino Zumbo riesce a trovare l’occasionissima: il suo tiro strozza l’urlo in gola ai tifosi acesi perdendosi a lato incredibilmente.
Il Marsala crea qualche occasione gettanto palle in mezzo all’area, ma di pericoli non si vede traccia. Così, al 40’ Sene si presenta solo davanti al portiere , serve Pagano che deve solo prendere la mira e depositare in gol. Il 3-1 chiude la contesa.

 

18a giornata Campionato Serie D gir.I

Turris – ACIREALE 3-0
NOTTE FONDA
– Squadra da ritrovare al più presto –
– Mautone, Di Piedi, Panepinto: 3 infortuni –
– Occorre cambiare rotta al più presto! –

Si può comentare una gara che parte male già al 2’ di gioco con l’infortunio a Mautone, uno dei due acquisti di punta del mercato appena riaperto? E che dire dell’infortunio che blocca Di Piedi grazie ad una pedata (chissà quanto gratuita) da parte di un difensore corallino? Panepinto costretto a giocare e che si fà male…Insomma un continuo piovere sul bagnato.
A nulla sono valsi gli sforzi della società, a nulla servono le idee di mister Breve se tutto viene puntualmente svilito dalla malasorte.

Senza voler per forza accampare scuse, ma preoccupandoci davvero a questo punto, come si può imputare a qualcuno la sconfitta contro una squadra, la Turris, che in casa ha il suo punto di forza?

Mettiamoci pure il periodo difficile di qualche elemento affidabile, mettiamoci le assenze di Montella, Puglia, dei vari infortunati…ed ecco servito il piatto caldo del turno infrasettimanale.
Nulla gira per come dovrebbe, tutto fa scoraggiare.

Non ci resta che sperare che queste due partite ci regalino almeno 4 punti, in qualsiasi modo, ma basta che la classifica si muova!

17a giornata Campionato Serie D gir.I

ACIREALE – Atl.Nola 1-0
MAMMA MIA!
– Acireale contratto e sprecone: ci vuole un autogol! –
– Squadra rifondata: 3 punti vitali –
Mercoledì in campo a Torre del Greco

Acireale, il campionato riparte da qui.
Con questo slogan il clan granata ha preso atto dei tre punti incamerati e cerca di ricostruire un campionato deludente sino a questo momento.

La squadra granata, rifondata dopo l’aperture del mercato, cercava la vittoria e l’ha ottenuta al cospetto di un avversario generoso e limitato, giunto al Tupparello ben oltre le 14.30 per un presunto guasto al pullman.

Mezz’ora di ritardo, dunque , con il via alle 15 e il rischio di chiudere la gara per anzitempo per il “cronico” problema all’illuminazione del Tupparello, cui manca la cabina di allaccio dell’elettricità.

Tra infortuni e rescissioni, Breve vara una formazione inedita. Mannino tra i pali, il neo acquisto Mattia mannino a destra a sostituire Montella, Scozzese e Calà Campana al centro al posto del duo D’Angelo-Fascetto, Pagano a sinistra. Centrocampo con Puglia-Panepinto e Zumbo; Riccobono e Sicali a supporto di Di Piedi, altro neo acquisto.
Una fase di assestamento per l’Acireale che cambia tipo di gioco: Di Piedi è più mobile di Dama e ama essere servito negli spazi, l’esatto opposto dell’ex numero 9 granata. Già al primo minuto Di Piedi ci prova con un colpo di testa controllato dal portiere; ci prova Sicali, contratto in angolo. L’Acireale manovra ma non riesce ad impensierire il Nola degli”under” (ben7 con gli altri 4 nati tra il 1987 e il 1988!). Tuttavia una combinazione sulla fascia destra porta Mattia Mannino al cross dalla destra, Riccobono è abile ad agirare il diretto avversario ma viene agganciato dal n.2 ospite. Per l’ottimoTimpani è rigore. sul dischetto lo stesso Riccobono ciabatta la conclusione ed esalta il portierino ospite.
Si va al riposo tra i fischi di un indispettito pubblico di casa, che vede un Acireale poco brillante e un pò in confusione.
Nella ripresa la musica non cambia: Acireale alla ricerca del gol, il Nola che si difende con grande dignità e tiene il campo con tanta buona volontà.
Ancora Di Piedi prova l’eurogol dal limite, ma la sua rovesciata è centrale. Mr Breve prova a mischiare le carte: fuori Puglia e Scozzese, spazio a Lombardo al centro della difesa e a Mautone in mezzo al campo. L’Acireale produce qualche occasione in più, proprio a Mautone capita la più ghiotta di queste: in una mischia in area il suo tiro a colpo sicuro è ribattuto da un difensore. Al 25’ il gol partita: Riccobono crossa al centro, Di Piedi colpisce la traversa con un colpo di testa, la palla rimpalla su un difensore e rotola in rete. C’è il tempo per un gran tiro di Mautone  alzato in angolo dal portiere e finalmente l’Acireale riassapore il gusto della vittoria.
Mercoledì impegno difficile per gli uomini di Mr.Breve: la Turris è un avversario temibile, che ha già battuto i granata in Coppa Italia.

Commento a cura di Vincenzo Barbagallo