17a giornata Campionato Serie D gir.I

ACIREALE – Atl.Nola 1-0
MAMMA MIA!
– Acireale contratto e sprecone: ci vuole un autogol! –
– Squadra rifondata: 3 punti vitali –
Mercoledì in campo a Torre del Greco

Acireale, il campionato riparte da qui.
Con questo slogan il clan granata ha preso atto dei tre punti incamerati e cerca di ricostruire un campionato deludente sino a questo momento.

La squadra granata, rifondata dopo l’aperture del mercato, cercava la vittoria e l’ha ottenuta al cospetto di un avversario generoso e limitato, giunto al Tupparello ben oltre le 14.30 per un presunto guasto al pullman.

Mezz’ora di ritardo, dunque , con il via alle 15 e il rischio di chiudere la gara per anzitempo per il “cronico” problema all’illuminazione del Tupparello, cui manca la cabina di allaccio dell’elettricità.

Tra infortuni e rescissioni, Breve vara una formazione inedita. Mannino tra i pali, il neo acquisto Mattia mannino a destra a sostituire Montella, Scozzese e Calà Campana al centro al posto del duo D’Angelo-Fascetto, Pagano a sinistra. Centrocampo con Puglia-Panepinto e Zumbo; Riccobono e Sicali a supporto di Di Piedi, altro neo acquisto.
Una fase di assestamento per l’Acireale che cambia tipo di gioco: Di Piedi è più mobile di Dama e ama essere servito negli spazi, l’esatto opposto dell’ex numero 9 granata. Già al primo minuto Di Piedi ci prova con un colpo di testa controllato dal portiere; ci prova Sicali, contratto in angolo. L’Acireale manovra ma non riesce ad impensierire il Nola degli”under” (ben7 con gli altri 4 nati tra il 1987 e il 1988!). Tuttavia una combinazione sulla fascia destra porta Mattia Mannino al cross dalla destra, Riccobono è abile ad agirare il diretto avversario ma viene agganciato dal n.2 ospite. Per l’ottimoTimpani è rigore. sul dischetto lo stesso Riccobono ciabatta la conclusione ed esalta il portierino ospite.
Si va al riposo tra i fischi di un indispettito pubblico di casa, che vede un Acireale poco brillante e un pò in confusione.
Nella ripresa la musica non cambia: Acireale alla ricerca del gol, il Nola che si difende con grande dignità e tiene il campo con tanta buona volontà.
Ancora Di Piedi prova l’eurogol dal limite, ma la sua rovesciata è centrale. Mr Breve prova a mischiare le carte: fuori Puglia e Scozzese, spazio a Lombardo al centro della difesa e a Mautone in mezzo al campo. L’Acireale produce qualche occasione in più, proprio a Mautone capita la più ghiotta di queste: in una mischia in area il suo tiro a colpo sicuro è ribattuto da un difensore. Al 25’ il gol partita: Riccobono crossa al centro, Di Piedi colpisce la traversa con un colpo di testa, la palla rimpalla su un difensore e rotola in rete. C’è il tempo per un gran tiro di Mautone  alzato in angolo dal portiere e finalmente l’Acireale riassapore il gusto della vittoria.
Mercoledì impegno difficile per gli uomini di Mr.Breve: la Turris è un avversario temibile, che ha già battuto i granata in Coppa Italia.

Commento a cura di Vincenzo Barbagallo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...