17a ritorno Campionato Serie D gir.I

NOLA – ACIREALE 0-1

BUONA LA PRIMA!
– Riccobono: gol pesante –
– I Granata soffrono ma incamerano i tre punti –

Pietro Infantino l’aveva detto: ‘La partita più difficile sarà contro l’Atletico Nola, vuoi perchè i nolani no  hanno nulla da perdere, vuoi perchè gli avversari sono tutti giovani e motivati, vuoi perchè ci sarà il primo caldo a morderci le gambe’.
Tutte le previsioni dell’allenatore granata sono state rispettate.
L’Acireale vince sprecando una quantità di palle gol incredibili, mettendo in evidenza che quando si gioca con un solo obiettivo possibile tutto diventa più difficile, anche affrontare una squadra formata per lo più da validi elementi under.

L’Acireale schierato da Infantino presenta qualche modifica: si rivede Romano tra i pali; Monforte – D’Angelo – Fascetto in difesa; Scrò-Arnone-Puglia-Seck sulla linea mediana; Senè- Di Piedi – Riccobono a formare il trio d’attacco.
Centrocampo rivoluzionato, quindi, a causa della squalifica di Cala Campana e composto da under con l’eccezione di Scrò.
Le cronache riportano di un Acireale che divora tante palle gol con tutti i suoi attaccanti. Il più ‘goloso’ è Di Piedi che ingaggia un duello con il portiere De Sena, migliore in campo per i suoi, ma anche Arnone e Riccobono non mantengono la lucidità sottoporta. Il primo tempo si conclude a reti inviolati, con i tifosi acesi che si disperano ascoltando la radiocronaca della partita.

Nel secondo tempo, mister Infantino prova a mescolare le carte con l’inserimento di Panepinto per Puglia e di Pagano per Di Piedi, ma per vedere il gol bisogna aspettare 81 minuti: Scrò serve un pallone in area, la difesa del Nola è colta mal posizionata e Riccobono in spaccata deposita in rete per l’importantissimo vantaggio acese.
La partita scorre via tranquilla fino alla fine, anche se un piccolo battibecco si apre a fine gara tra le due squadre che comunque rientrano negli spogliatoi.

A fine gara, mister Infantino concede l’onore delle armi al volenteroso Nola, che ha reso la vita difficile ai granata, capaci di complicarsi da soli il cammino, e nello stesso tempo predica calma e concentrazione per questo delicato finale di stagione. Il risultato della partita Noto Modica, finita 1-0 per gli ospiti, permette i granata di guadagnare tre punti fondamentali sulle due siciliane che restano a –4 in classifica. La contemporanea sconfitta del Cittanova porta i granata a –1 dai calabresi che dovranno ancora fermarsi per il turno di riposo dopo la sosta dopo la Santa Pasqua. Domenica al Tupparello sarà di scena la Turris, reduce dalla sconfitta interna rimediata contro la Nissa e che giovedì 14 Aprile dovrà affrontare il Perugia nella finale di Coppa Italia Dilettanti che si disputerà a Lanciano. Inutile dire che la vittoria contro i corallini potrebbe mettere una pietra sul discorso salvezza.


 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...