Archivi del mese: agosto 2011

Festa GRANATA: boom di presenze

Incredibile bagno di folla per l’Acireale Calcio nell’area C.O.M. per la Festa organizzata in stretta collaborazione tra la società stessa, la tifoseria organizzate a l’appoggio dell’On.D’Agostino.
Impossibile riuscire a quantificare il numero di presenti, sicuramente 2500 persone hanno colorato l’area con magliette, striscioni, bandiere e sciarpe. La campagna abbonamenti ha chiuso con un numero record per queste categorie e per i programmi della società: ben 506 tessere, ad oggi, sono state sottoscritte.
E per una squadra che ambisce ad un campionato di salvezza, non sono pochi!
Sul Palco si sono succeduti tutti, ma proprio tutti, coloro che “gravitano” nell’ambiente granata: dai giornalisti (Emanuela Volcan ha aperto la serata) alla squadra, allo staff tecnico e dirigenziale. Passerella pure per Sindaco ed Assessore allo Sport, con chiusura a cura dell’On. D’Agostino che molto sta facendo per accendere l’entusiasmo attorno alla squadra.
Il concerto dei Brigantini e la degustazione del pescato dello Jonio hanno concluso la splendida serata.

Ci preme sottolineare come la città abbia risposto all’invito di stringersi attorno ai colori granata, a prescindere dai nomi che compongono la rosa della squadra. La società è stata chiarissima sugli obiettivi, nessuno ha parlato di altro che non sia salvezza. Consapevoli di questo, la domenica il Tupparello deve essere la culla per far crescere la squadra (età media 21 anni e mezzo) e per gettare le basi per un futuro che abbia una certa solidità. Impossibile per le casse societarie inseguire voli di fantasia. Tutti con i piedi per terra, tutti consapevoli che bisognerà lottare tantissimo per sperare in un futuro roseo. Ai giocatori è stato chiesto questo: lavoro, sudore e voglia di emergere.
Domenica si parte: comunque vada… sarà un successo!
FORZA ACIREALE!

Annunci

1° TURNO COPPA ITALIA

ACIREALE – Palazzolo 2-0
GIOVANI E BELLI
– Lombardo-Arnone: Palazzolo affonda in 10 minuti –
– Ottima prova dell’undici granata –

 

L’Acireale di Mister Gardano sciorina una prova maiuscola e manda a casa le velleità del Palazzolo in appena 10 minuti: l’uno-due dei granata è frutto di una pressione costante durata per oltre metà del primo tempo in cui i gialloverdi acreidini non hanno capito proprio nulla in campo.

Fraseggi corti, movimento continuo,  Panepinto ispirato (coadiuvato da Zumbo e Vezzosi) che ha alimentato le azioni dell’Acireale che ha stretto il Palazzolo nella sua metà campo per oltre 25 minuti.
Insomma, la vittoria non è figlia del caso e costituisce un’ottima iniezione di fiducia a tutto l’ambiente.
Non che si debbano fare voli pindarici ma questi ragazzi terribili visti all’opera nei due incontri di coppa Italia sembrano avere le carte in regola per una stagione importante. Ovvio che da domenica si fa sul serio, i 3 punti sono molto più appetibili della qualificazione in Coppa Italia, per cui il Palazzolo potrebbe aver giocato sottotono, però nessuno ci tiene ad uscire suonato dal campo come la truppa di Anastasi, quindi qualche merito l’Acireale deve pur averlo.
Gardano schiera l’Acireale con il 4-3-3 cambiando qualcosa rispetto la partita precedente: Zelletta in porta; Silvestri-Lombardo-Fascetto-Trovato; Zumbo-Panepinto-Vezzosi; Godino-Maffucci-Arnone.
Solo 3 minuti di orologio: Lombardo svetta su tutti e  porta in avanti i granata su angolo battuto da Trovato.
Al 8’ ancora Lombardo, sugli sviluppi di un altro calcio d’angolo, sbaglia l’impatto col pallone e manda alto sulla traversa.
Il raddoppio dei granata all’11’: Fascetto verticalizza per Maffucci, il controllo dell’attaccante è spettacolare (in scivolata) la difesa della palla altrettanto e l’assist per Arnone preciso, il numero 11 granata fredda il portiere di destro in diagonale.
Passano i minuti e del Palazzolo nessuna notizia: al 18’ Trovato scambia con Arnone e tira sicuro in porta, la palla impatta con la testa di un avversario e finisce sul fondo.
Finalmente il Palazzolo si affaccia oltre la linea mediana: Zelletta deve deviare in angolo un tiro dal limite di Spampinato.
Al 38’ Maffucci spreca un cross di trovato indirizzando la palla di poco a lato con un colpo ti testa che lascia immobile il portiere avversario. Podo dopo, un tiro dell’attaccante granata viene rimpallato in angolo da un difensore.
Alla fine del primo tempo il pubblico applaude convinto al rientro negli spogliatoi.
Nel secondo tempo, il Palazzolo  cerca di mischiare le carte ed inserisce lo spauracchio Panatteri. Al bomber viene messo il bavaglio dal duo Fascetto-Lombardo e a parte un tiro da fuori area non viene concesso nulla.
L’Acireale invece continua a cercare il gioco ed i gol, che però non arrivano per la sfortuna (vedi tiro di Zumbo al 10’ su cross di Panepinto, che colpisce la schiena di un avversario) o per troppa stanchezza (Maffucci al 31’ spreca da ottima posizione) o per troppa sicurezza (Savanarola al 44’ tutto solo impatta il piede sul terreno e manda a lato).

Nelle due partite giocate al Tupparello si sono viste più rose che spine. Se contro il Cittanova le disattenzioni difensive hanno costretto i granata a subire il pareggio degli ospiti, battuti poi al 93’ , contro il Palazzolo c’è stata una sola squadra in campo. Per questo avvio di stagione va bene così!
Domenica si fa sul serio: il Gelbison Serre è avversario ostico e va preso con le molle. Ai giovani granata spetta confermare le buone impressioni destate finora.

Preliminare di Coppa Italia Serie D

Acireale – Cittanova 3-2

La FRITTITTA è servita!
– Dal 2-0 al 2-2 poi è  fatale il gol dell’ex al 93’ –
– Bene la prima mezzora, poi il caldo ha la meglio –
– Buone conferme da parte di Tomarchio e Godino –

Un gol di Frittita al 93’ risparmia gli spettatori acesi dallo spettacolo dei calci di rigore.
L’Acireale ha la meglio nei primi venti minuti di gioco e mette alle corde l’avversario. E’ di Puglia il primo tiro verso la porta avversaria, ma la sfera si perde sul fondo dopo soli 2’ dall’inizio. Il vantaggio arriva al 6’: Arnone in diagonale piega le mani al portiere ospite e sigla il gol del vantaggio.
Il caldo non fa paura ai granata che pigiano sull’acceleratore: al 15’ Godino impegna il portiere ; al 18’ Maffucci apre per Tomarchio, il ragazzo non ci pensa due volte e davanti al portiere sigla il 2-0. La felicità è doppia perchè il numero 11 granata è un prodotto del vivaio ed acese doc.
La partita pare incanalata verso la vittoria acese, ma l’arbitro decreta un generoso rigore per il Cittanova su un leggerissimo contatto tra Silvestri e Condomitti al 30’: Romano intuisce la conclusione di Conversi, ma la palla finisce in rete.
Maffucci per poco non riesce a toccare un pallone crossato da Arnone al 35’ , così cinque minuti dopo è il Cittanova ad acciuffare il pari sugli sviluppi di uno schema da calcio d’angolo:  la botta di Gaudio va a segno da centro area.
Tutto da rifare per l’undici di Gardano che torna negli spogliatoi con un pò di amaro in bocca.
Nella ripresa il caldo la fa da padrona così è difficile vedere un gioco fluido da ambo le parti, tuttavia un paio di occasioni da gol vengono costruite. Il Cittanova impegna Romano con un tiro di Gaudio; l’ Acireale risponde con Frittitta che si vede il tiro respinto da Di Matteo.
Quando i calci di rigore sembrano l’ovvia conclusione del match, un lancio lungo di lombardo viene controllato da Frittitta al 93’: l’attaccante granata brucia con un delizione esterno destro il portiere e regala la qualificazione ai propri tifosi.
IL Primo turno di Coppa Italia vedrà l’Acireale impegnato (sempre al Tupparello alle ore 16) contro il Palazzolo, uscito vincitore nell’altro preliminare giocato contro il Noto fuoricasa. Un altro buon banco di prova per i ragazzi di mister Gardano.

Preliminare di Coppa Italia: debutto in vista

as

Dopo tre settimane di duro lavoro sotto la guida di mister Gardano e del suo staff, l’Acireale si prepara a scendere in campo per il primo impegno “ufficiale”. Infatti domenica 21 Agosto al Tupparello (ore 16) sarà di scena il Preliminare di Coppa Italia che vedrà i granata contro i calabresi del Cittanova.
Il calcio “vero” lascerà posto alle amichevoli estive e si tornerà a respirare l’aria della competizione. La fiducia nel lavoro svolto dalla società si mescola alla curiosità di vedere la squadra contro una pari grado in una sfida che vale la qualificazione al turno successivo. L’anno scorso il Cittanova fu una bestia nera per l’Acireale che cedette i 6 punti nella doppia sfida di campionato. Quest’anno si spera che la giovane truppa granata possa ribaltare la tradizione.

La formazione granata, ringiovanita notevolmente, fa dell’entusiasmo dei giovani la sua forza. Non mancano, comunque, in rosa esperienza e certezze su cui contare: Romano,Fascetto, Vezzosi, Trovato, Zumbo, Panepinto, Fusseini ed il trio d’attacco Savanarola-Frittitta-Maffucci danno un certo peso alla squadra; giovani già rodati come Maggio, Puglia, Arnone (non più under) guidano il gruppone dei ragazzi che dovranno farsi valere in questo campionato. La loro maturazione potrebbe indirizzare la stagione ben oltre l’obiettivo salvezza. Le chiacchiere dell’estate lasceranno posto alle parole del campo. Solo queste saranno quelle che conteranno…

Contunua la serie di amichevoli: battuto il Due Torri

as

L’Acireale continua la preparazione precampionato  intramezzando il lavoro con le uscite amichevoli. Ieri si è disputata la terza partita contro il Due Torri a Mojo Alcantara. La squadra di mister Gardano si è imposta per 2 a 1 con le reti di Fascetto e Maffucci.
La società continua la regola di quest’inizio di stagione: amichevole ed annunci di nuovi arrivi l’indomani della partita:infatti sono stati tesserati due giovani under.
Francesco MAGGIO classe ‘92, difensore proveniente dal Siracusa, l’anno scorso alla Nissa dove ha collezionato 25 presenze; il secondo neo granata ha esordito già nell’amichevole disputata ieri (riportando una ferita alla testa suturata con 9 punti) : Lorenzo GODINO classe ‘92 centrocampista offensivo, proveniente dall’Udinese, l’anno scorso in forza al Tamai (serie D) dove ha collezionato 22 presenze ed un gol.

Acireale Vittoria a reti bianche, arriva Maffucci

as

Altra amichevole ed un altro arrivo in maglia granata.
Domenica la squadra ha affrontato il Vittoria, che disputerà il campionato d’Eccellenza, sul terreno amico del Tupparello. Il risultato del campo è stato di 0-0, ma non sono mancati gli spunti per osservare che il lavoro svolto da mister Gardano sia buono. Ovviamente il test amichevole è servito per affiatare il gruppo e per consentire allo staff tecnico di sperimentare le soluzioni a disposizione.
E’ notizia più fresca, invece, l’arrivo in maglia granata di Roberto MAFFUCCI, attaccante centrale, classe ‘84. L’anno scorso in forza al Pomigliano (serie D), dove ha disputato 24 partite, mettendo a segno 4 reti. La stagione 2009/10 l’attaccante giocava per il Sant’Antonio Abate, sempre in serie D, dove segnò ben 14 gol in 30 partite.
Il DG Mario Marino, continua a ricercare quegli elementi che completeranno la rosa e nei prossimi giorni non si escludono nuovi arrivi.
Intanto la società di via Pasiano ha annunciato che per problemi di calendario legati alla Coppa Italia TIM  è stata annullata l’amichevole con la Reggina.L’Acireale sarà impegnato pertanto contro il Ragusa fuoricasa, il 18 Agosto alle ore 17.

Primo test amichevole e movimenti in casa granata

as

Dopo il primo test contro il Viagrande, squadra che milita in Promozione, finita 9-0 per i granata che hanno mostrato una discreta organizzazione e un buon ritmo, nonostante i carichi di lavoro imposti da mister Gardano e dal vice Rana in questi primi giorni di lavoro, l’Acireale ha ufficializzato l’arrivo di due under dal sicuro valore.
Il primo è AMEDEO SILVESTRI, difensore, classe ‘92 , proveniente dal Palermo in cui ha fatto la trafila nelle giovanili, disputando nell’ultima stagione 25 partite con la Primavera; il secondo è ANDREA ZELLETTA portiere, classe ‘93, in prestito dal Lecce, l’anno sorso in forza al Noto in cui ha disputato 15 partite.

Per due giocatori che arrivano, altri due lasceranno il ritiro granata. Infatti è stato girato in prestito al Due Torri il portiere classe ‘94 Vecchio, mentre è stato svincolato l’esterno difensivo Pagano (‘92).