5a giornata Campionato Serie D

MESSINA – ACIREALE 2-0
C’è chi segna…e chi no!
– Avvio sprint dell’Acireale, ma non segna nessuno –

– Nella ripresa il crollo: 2 a zero e tutti a casa! –

La partita siamo costretti a seguirla alla radio per via del divieto imposto ai tifosi acesi si recarsi in quel di Messina per sostenere la squadra.
Neppure il tempo di sedersi davanti la radiolina e il cronista di turno inizia a raccontare la prima occasione dei granata: Criaco anticipa Maffucci e sul susseguente calcio d’angolo Zumbo, da 25 metri, coglie la traversa. Siamo solo al 2’ minuto di gioco.
Il solito avvio dell’Acireale: tonico e subito in partita, per nulla intimorito dal blasone degli avversari, ma maledettamente sfortunato o incapace di superare il portiere.
Il Messina tenta di spaventare i granata con azioni di alleggerimento, ma le occasioni migliori sono tutte per l’undici di mister Gardano , che a più riprese spaventa i padroni di casa. Se anche le cronache da parte messinese parlano di macroscopiche occasioni da gol per i granata è tutto dire. Così al 8’ tocca a Savanarola sbagliare il gol del vantaggio tirando a lato dall’altezza dell’area piccola. Il Messina impegna Zelletta con Coppola, ma è di nuovo l’Acireale che chiama  Rossi Pontello alla parata con Maffucci. Al 25’ l’attaccante granata supera due avversari, ma spara in bocca al portiere.
Al 27’ un tiro-cross di Trovato termina fuori ed un minuto dopo è Panepinto ad impegnare l’estremo giallorosso.
Il Messina? non pervenuto fino a questo momento! Incredibile la mole di occasioni sprecate dai granata.
Cocuzza impegna Zelletta alla mezzora, poi la partita scivola via tranquilla sullo 0-0.
Nella ripresa, il Messina trova il gol con un’azione di Cocuzza al 16’: si incunea dalla sinistra e trafigge Zelletta con un tocco preciso. L’Acireale colpito non riesce ad organizzarsi e addirittura deve chiudere in 9 uomini per l’infortunio di Puglia e per l’espulsione di Lombardo.
Il 2-0 del Messina arriva al 46’ con Lo Piccolo che approfitta di una dormita della difesa granata e batte l’incolpevole Zelletta.

5 partite un solo gol segnato: ecco l’unica nota stonata della squadra in questo inizio di stagione.
L’undici del Presidente Pennisi, se avesse saputo sfruttare tutte le occasioni avute nel corso delle partite sin qui disputate, sarebbe tranquillamente nei piani alti della classifica.
L’impegno dei giocatori , il lavoro del mister Gardano, la scelta di puntare sui giovani hanno puntuali conferme dal punto di vista del gioco. Peccato che a fare la differenza tra un campionato d’avanguardia e uno di sofferenza sia la voce GOL SEGNATI. Attualmente il gioco prodotto non viene finalizzato a dovere. Un vero peccato!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...