6a giornata Campionato Serie D

ACIREALE – Marsala 1-1
LA CLASSIFICA PREOCCUPA
– Marsala gol istantano, Savanarola pareggia –
– Passo indietro su tutti i fronti –

L’Acireale non riesce a far sua l’intera posta in palio e stavolta alla fine della partita sono soltanto fischi. Fischi per l’ennesimo mezzo passo falso, fischi per un secondo tempo deludente (forse il peggiore della stagione), fischi per la rabbia di vedere la squadra annaspare nei bassifondi della classifica.
Fischi che non risparmiano nessuno: società, tecnico e squadra.
Gli interventi effettuati in settimana per migliorare la rosa non sono stati miracolosi: c’era da aspettarselo. Qualsiasi giocatore deve prima inserirsi negli schemi di una squadra e da solo nessuno ha mai vinto le partite. Se ci mettiamo pure che l’Acireale nel secondo tempo ha perso la bussola iniziando a sfilacciarsi (come detto da Gardano a fine gara) ecco spiegato il pari odierno che manda i granata in pieno ad una crisi di risultati che comincia a farsi preoccupante.

Gardano disegna un Acireale inedito: Zelletta in porta; Maggio e Zumbo sugli esterni, Fascetto e Silvestri centrali; Vezzosi-Panepinto-Arnone; Savanarola –Godino appena dietro Maffucci.
Pronti via ed il Marsala è già in gol: Silvestri interviene malissimo su un pallone, svirgolandolo, Sorrentino non crede ai suoi occhi e deposita in beata solitudine alle spalle di Zelletta. Sono passati soltanto 33 secondi di gioco.
Un macigno tra capo e collo per la truppa granata che parte praticamente ad handicap.
Al 3’ un tiro su  punizione di Fascetto colpisce un avversario con la sfera che si perde in angolo; sugli sviluppi si accende una mischia ma il Marsala si salva.
L’Acireale mette in campo tutta la forza della disperazione che ha, produce uno sforzo notevole, ma forse meno organizzato del solito. Intanto Gardano ridisegna la squadra in campo: Silvestri viene spostato a sinistra, Zumbo portato a centrocampo e Vezzosi affiancato a Fascetto.
I granata prendono coraggio e pigiano sull’acceleratore.
Al 16’ Arnone si guadagna una punizione, Zumbo spedisce in area di rigore e Savanarola sigla il pareggio di testa.
Palla al centro e per poco il Marsala non ripassa in vantaggio: Di Miceli , colpevolmente solo a centro area, spedisce fuori.
Al 28’ Zumbo prova il tiro dai 20 metri, ma la palla si spegne tra le braccia del portiere ospite.
Al 30’ Godino viene imbeccato in area dalla solita punizione dalla sinistra di Zumbo: il tiro del numero 7 granata si perde però alto.
Ancora Acireale due minuti dopo: stavolta è Maffuci a tirare un diagonale in corsa, ma la palla si perde sul fondo.
Il Marsala si rifà vivo su punizione al 39’: la palla rimbalza davanti a Zelletta che blocca sicuro.
In pieno recupero Savanarola  impegna l’estremo difensore del Marsala con un bel diagonale.
Nel secondo tempo, l’Acireale smarrisce la via del gioco e neppure i cambi di mister Gardano riescono a mettere sui giusti binari la partita, così l’unico tiro in porta del secondo tempo lo effettua Arnone al 1’. La partita perde di contenuto tecnico-tattico e si va avanti con un confusionario batti e ribatti, alla ricerca di una qualche invenzione che non arriva da nessuna delle due parti.
C’è il tempo per registrare un episodio dubbio in area granata, con l’arbitro che ben appostato lascia correre e per segnalare l’ennesima espulsione in casa Acireale: stavolta a perdere le staffe al 43’ è Maggio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...