7a giornata Campionato Serie D gir.I

Licata – ACIREALE 0-1
PRIMO SQUILLO
– Mautone firma la prima vittoria dei granata –
– Si guarda al futuro con fiducia, ma serve continuità-

Torna a far la voce grossa l’Acireale. Lo fa dopo una settimana di polemiche gratuite ed inutili. Vittoria bella ed inaspettata per i granata di Gardano che espugnano, con merito, il Dino Liotta. Derby dal sapore antico tra Licata ed Acireale. Formazioni annunciate con l’esordio dal primo minuto di Mautone e Radicchio.

A rompere gli indugi ci pensa Radicchio al 15′ con un sinistro potente ma centrale bloccato senza patemi da Zummo. L’ex Riccobono per i locali una manciata di minuti piu’ tardi regala qualche scatto ai fotografi di turno con una girata in bello stile ma poco pericolosa.
Per annotare la prima vera occasione da gol bisogna aspettare il minuto numero 26. Godino calcia un pallone potente  verso l’out sinistro dell’area di rigore; Panepinto controlla, finta e calcia di punta esaltando i riflessi del giovane portierino locale.
Al 41′ gli ex Ignazzitto e Riccobono confezionano l’occasione da gol piu’ pericolosa per i padroni di casa. Cross di Ignazzitto che taglia in due la difesa granata, irrompe Riccobono all’altezza del vertice sinistro dell’area piccola, calcia al volo ricevendo la risposta felina di Zelletta.

La ripresa, eccezion fatta per un tentativo poco convinto di Radicchio dal limite, non vive particolari sussulti sino al 63′. Trovato calcia dalla sinistra trovando la deviazione di Cocuzza, la sfera si impenna terminando la sua corsa quasi nei pressi della trasversale della porta di Zummo.
Dal corner seguente si sblocca il risultato. Il solito Trovato pennella sul secondo palo, sponda aerea di Lombardo e Mautone con un sinistro ravvicinato batte Zummo. Uno a zero e match in salita per i padroni di casa. Da questo momento avviene cio’ che non ti aspetti. Il Licata appare confusionario, con i suoi uomini chiave (Grillo, Tiscione e Riccobono ndr) annebbiati dalla corsa dei granata.
Per segnalare un episodio degno di nota bisogna aspettare l’80’. Mischia in area di rigore acese con annesse proteste gialloblu per un presunto tocco irregolare di Lombardo. Il tentativo successivo di Tiscione viene stoppato prontamente da Silvestri. Finisce qui il presunto assedio del Licata.
Prima del triplice fischio c’è anche tempo per il possibile raddoppio dell’Acireale. E’ Maffucci , subentrato allo stremato Radicchio, ad involarsi a tu per tu col portiere avversario approfittando di una colossale topica difensiva di Cocuzza.
Il tentativo di superare Zummo pero’ fallisce, i dubbi sul rigore restano, con Maffucci che rovinosamente cade sul sintetico del Liotta.
Ultima emozione ed ultimo sospiro per i giovani di mister Gardano che dopo il fischio finale possono finalmente sfogare la rabbia accumulata nelle precedenti apparizioni.
“Gioca con la squadra, per la squadra, a tutto campo e per tutto il tempo”. L’avevamo profetizzato. NO TIME FOR LOSERS, ‘CAUSE WE ARE THE CHAMPIONS!

fonte : Forzacireale.it , Mario D’Amico

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...