9 giornata Campionato Serie D gir.I

ACIREALE – Sambiase 2-0
BRUTTI E VINCENTI
– Granata sottotono, ma contano i 3 punti –
– Fascetto e Radicchio: primo gol in campionato –

L’Acireale più brutto visto finora centra un fondamentale successo contro un Sambiase che ha di che dolersi per essere uscito dal Tupparello con un pugno di mosche tra le mani. Non è stata certamente una partita da raccontare ai posteri,anzi. Confusionario, contratto, arruffone e a tratti spento: così è apparsa ai più la squadra granata. Nonostante questa doverosa premessa, bisogna dire che presentarsi davanti al pubblico esigente del Tupparello con un solo risultato a disposizione (la vittoria) non è certamente servito per la gestione e lo sviluppo della gara.
Dopo aver dilapidato la vittoria contro l’ottimo Cosenza, i granata dovevano fare bottino pieno per dare un’accelerata al proprio campionato. Questa pressione si è trasmessa in campo nel peggiore dei modi. Ma alla fine i tre punti sono arrivati e il passo in classifica è stato fatto. Per adesso,va benissimo così.

Con  Zumbo squalificato, Gardano fa scelte obbligate nell’undici che scende in campo. Zelletta tra i pali; Silvestri-Lombardo-Fascetto-Trovato; Vezzosi-Mautone a far da diga davanti la difesa; Godino-Panepito-Savanarola; Radicchio isolato davanti.
Parte subito bene l’Acireale. Al 1’ è Fascetto a battere verso l’area di rigore una punizione dalla trequarti, Lombardo anticipa tutti, ma il piattone si perde altissimo sulla traversa.
Al 6’ Savanarola ruba palla e punta verso l’area di rigore avversaria: giunto sul vertice destro lascia partire un tiro centrale.
Al 13’ Vezzosi riesce a verticalizzare velocemente una bel pallone per Savanarola, l’uscita tempestosa di Andreoli evita guai al Sambiase.
Un minuto più tardi, è Mautone a riprendere una respinta della barriera, su punizione di Trovato, ma il suo tiro è largamente fuori.
Il Sambiase non si scompone più di tanto e confezione due palle gol limpide nel giro di un minuto. Siamo al 20’ quando Fascetto deve intervenire di forza per impedire una combinazione Mandarano-Perri e lo stesso capitano granata deve ripetersi un minuto più tardi fermando il tiro di Perri.
Al 28’ il Sambiase ci prova con un tiro dal limite che Zelletta controlla con lo sguardo.
La partita non ha sussulti, si vive di episodi isolati dall’una e dall’altra parte.
Al 35’  Savanarola si libera bene e crossa al centro, ma un difensora riesce a sbrogliare.
L’ultima occasione la ottiene l’Acireale: è Godino a tentare il colpo di testa, ma un difensore riesce a sbrogliare la situazione.
Il Sambiase inizia bene la ripresa. Al 5’ Mandarano scocca un tiro che finisce fuori.
Non accade più nulla fino al 25’ quando è sempre la squadra ospite a cercare la via del gol: Martello  dal limite dell’area chiama Zelletta alla parata in tuffo.
L’episodio che cambia la partita giunge al 30’: Martello viene espulso per doppia ammonizione, la punizione che consegue al fallo del numero 8 ospite viene calciata da Fascetto, la palla viene leggermente deviate a si insacca alla sinistra del portiere. L’ Acireale è inaspettatamente in vantaggio.
Con un uomo in meno il Sambiase prova ad impensierire i granata, ma non riesce a produrre pericoli se non al 41’ quando Zelletta si supera su un bel diagonale di Mandarano.
Al 43’ Radicchio sfrutta una verticalizzazione e si presenta a tu per tu con il portiere che è costretto al fallo da rigore. L’attaccante granata s’incarica del tiro e porta sul 2 a 0 i suoi.
Dopo 5’ di recupero  l’arbitro manda tutti negli spogliatoi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...