21a giornata Campionato serie D

Hinterreggio – ACIREALE 2-1
Un altro peccato!
– Ancora zero punti in trasferta –
– Fascetto rende meno amara la sconfitta –

Acireale che manifesta i soliti limiti e i soliti pregi in casa di un Hinterreggio che deve pescare il jolly per scardinare la resistenza dei granata e poi deve dar fondo a tutta la sua esperienza per incrementare di tre punti importantissimi la sua marcia verso la Lega Pro.
Acireale che Gardano schiera con Zelletta; Maggio-Lombardo-Fascetto-Silvestri; Vezzosi-Mautone-Panepinto-Zumbo; Savanarola e Lo Bosco.
Le prima battute della gara fanno intendere che Arigò sarà una spina nel fianco della formazione granata e Maggio ne fa subito le spesa guadagnandosi una ammonizione al 5’. Tolte le schermaglie iniziali e i duelli a centrocampo i due portiere restano inoperosi. La partita a scacchi giocata dalle due panchine sembra premiare la strategia di Gardano: imbrigliare la manovra chiudendo tutti gli spazi, togliere il respiro ad Ancione con un Vezzosi che con Mautone fanno da diga in mezzo, con Zumbo pronto a dare un aiuto. Panepinto leggermente più avanti a cercare di aiutare il duo mobile Savanarola e Lo Bosco. Di Maria sembra non riuscire a trovare soluzioni.
L’equilibrio viene rotto al 48’ del primo tempo, in pieno recupero: Arigò e Vicari riescono a creare scompiglio su un pallone quasi perso, Fascetto interviene un pò mollemente, Lombardo rinvia sui piedi dell’avversario la palla schizza  indietro all’accorrente Iennaco che fulmina dal limite dell’area Zelletta, con un preciso rasoterra che si insacca a fil di palo.
Nella ripresa l’Acireale parte forte: al 3’ Savanarola viene pescato in area di rigore da Fascetto ma spara addosso a Cutrupi in uscita.
Al 6’ Vicari cerca l’imbeccata al centro dopo una bella azione sull’out destro ma la difesa granata sbroglia la situazione.
Ancora Acireale al 14’ e sempre con Fascetto: punizione decentrata  sulla destra, il sinistro del capitano percorre 25 metri per stamparsi all’incrocio, la palla rimbalza a terra e potrebbe aver varcato la linea bianca, ma l’arbitro fa proseguire.
Gardano procede alle mosse a sua disposizione: Arnone prende il posto di un acciaccato Savanarola, Zumbo viene sostituito da Trovato e Godino prenderà il posto di un esausto Mautone. L’ Hinterreggio controlla ma non riesce ad affondare il colpo del KO. Anzi rischia al 33’ quando Sciarrone affronta in maniera poco ortodossa Trovato, dalle immagini sembra rigore, per l’arbitro è invece un tufo del granata che viene ammonito per simulazione.
La partita dopo questo episodio si incanala verso un copione già visto: pilota automatico per la capolista che controlla l’Acireale che, a sua volta, non riesce a rendersi pericoloso.
Ma in questa partita i minuti di recupero offrono sempre colpi di scena.
Così al 46’ Ancione trova il raddoppio con un preciso tiro in diagonale e l’Acireale al 49’ riesce a siglare il gol della bandiera con Fascetto che sfrutta un bel servizio di Lo Bosco e, aggirando Cutrupi, deposita in rete.
Ancora una buona prestazione della formazione granata che imbriglia i reggini e meriterebbe di portare a casa il pari. Certo, con la sterilità dell’attacco diventa fondamentale sfruttare le poche occasione create nel corso della gara e non sbagliare mai in difesa: quando questo non ti riesce portare a casa punti diventa una missione impossibile.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...