30a giornata Campionato Serie D gir.I

Adrano – ACIREALE 1-1
IMPRESA A META’

– Savanarola firma il vantaggio, Di Mauro il pari –
-Classifica complicata: occorrono 4 vittorie!-

Ancora un’impresa a metà quella dell’Acireale alla vigilia di Pasqua contro il temibile, ma per nulla trascendentale Adrano: un pari che serve ad allungare la striscia positiva ad 8 giornate, ma che lascia l’ennesimo boccone amaro in bocca a tutto l’entourage granata. In più i risultati dagli altri campi non danno una mano ai granata:  il Sambiase batte a domicilio il Nuvla inanellando la quarta vittoria di fila e sale a quota 38; il S.Antonio Abate ha ragione dell’Hinterreggio affiancando l’Acireale in classifica ma con il vantaggio dello scontro diretto vinto al Tupparello; il Noto fa un punto d’oro a Caltanissetta e il Serre Alburni passa alla cassa battendo il Cittanova a domicilio.
Morale della favola: tre squadre a 38 punti (Noto, Serre, Sambiase) distanti ben tre punti dall’Acireale e dal S.Antonio Abate, appaiate a 35.
Di contro c’è da dire che neppure l’Acri può fare sonni tranquilli perchè i 40 punti in classifica costringeranno i calabresi a guardarsi le spalle in maniera molto preoccupata, dato che come il Marsala hanno rallentato di molto la loro marcia.
Non mancheranno interessi per questo finale di stagione, come non mancheranno rimpianti : il bel gioco sciorinato ovunque dai Gardano boys non basta a far compiere il passo decisivo verso una salvezza diretta che rimane possibile ma che sembra davvero una chimera per come i granata non sappiano trovare il colpo del KO contro avversari che mai hanno dato l’impressione di essere superiori alla tanto bistrattata (dai propri tifosi) squadra acese.
L’Acireale schierato da Gardano vedeva Zelletta tra i pali; Maggio, Silvestri, Vezzosi, Trovato in difesa; Mautone,Zumbo, Panepinto a centrocampo; Aiello,Godino, Savanarola in avanti.
L’Acireale al 12′ va in vantaggio:Trovato scocca un bel tiro che Linguaglossa non trattiene Savanarola è pronto a siglare il vantaggio granata. Ancora Acireale pericoloso con Aiello, ma stavolta Linguaglossa devia in angolo. Manca il colpo per chiudere la gara ai ragazzi di Gardano che costruiscono due occasioni con Savanarola e con Trovato. L’Adrano? le cronache parlano di una compagine adranita che è incapace di replicare alle sortite avversarie. La prima occasione è però di quelle che potrebbe lasciare il segno: al 30’ Di Mauro colpisce il palo con un diagonale.
Nella ripresa l’Adrano pareggia al  7′ con Di Mauro sugli sviluppi di un calcio d’angolo di Catania.
La gara si accende solo nel finale con l’Acireale che cerca il gol vittoria: proprio al 92’ e 93’ capitano due grosse occasioni: nella prima Savanarola crea il panico nella difesa ospite, serve Panepinto che di testa manca il bersaglio; nella seconda è Zumbo che calcia alto dall’altezza del dischetto del calcio di rigore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...