Playout Ritorno

ACIREALE – Marsala 0-0
MISSIONE COMPIUTA
– L’Acireale si salva, Marsala in Eccellenza –
– Inizia il toto-società –

Cattura

Salvezza fu. Dopo novanta minuti di tensione i 4000 del Tupparello possono liberare urla di gioia, i giocatori possono raccogliere gli applausi, la tifoseria festeggiare in maniera sobria una salvezza voluta a tutti i costi nonostante i mille problemi affrontati in questa stagione.

Mister Gardano schiera l’ultimo undici della stagione dosando le forze a disposizione e chiedendo più di un sacrificio a qualcuno dei suoi, giunti a fine stagione con più di un acciacco e poca benzina nel serbatoio.
Zelletta confermatissimo tra i pali, Maggio e Silvestri ai lati, Vezzosi e Fascetto centrali di difesa; Zumbo, Mautone e Panepinto a centrocampo; Aiello Savanarola e Godino in avanti.
Fase di studio in avvio, il primo pericolo è per il Marsala: all’8 Godino mette al centro, ma Aiello è in ritardo e non riesce a deviare il pallone che si perde a lato.
Al 18’ Savanarola crea scompiglio sull’out destro, entra in area e serve a Zumbo un buon pallone, il tiro immediato del centrocampista granata viene rimpallato da un difensore, la palla si alza a campanile all’altezza dell’area di rigore, Savanarola tira al volo proprio tra le braccia di Di Masi.
Il Marsala si fa vivo al 24’ quando a salvare capra e cavoli è Vezzosi che riesce a rimpallare un pericoloso tiro di Fina dal limite. Sul rimpallo, spiove a centro area un cross che Palmiteri non riesce a rendere vincente.
Al 39’ Silvestri riesce a pescare Savanarola sull’out sinistro, cross insidioso ma anche stavolta nessun granata è pronto alla deviazione.
Al 40’ ancora Di Masi sugli scudi: Zumbo serve Godino che si accentra e spara un bolide destinato sotto la traversa, ma la deviazione dell’estremo difensore ospite è decisiva.
Anche nella ripresa le squadre partono un pò guardinghe, così la prima occasione arriva al 57’ con Fascetto che batte una punizione dal limite che la barriera riesce a contenere in angolo.
Al 64’ Mautone guadagna il fondo e crossa in area, Savanarola controlla in area e in rovesciata fa gridare al gol il Tupparello, ma Di Masi in tuffo blocca il pallone traendo in inganno la terna arbitrale che non concede il gol (immagini televisive confermano la rete dei granata).
Saltano i nervi a Genesio del Marsala che scalcia Aiello, pochi secondi dopo.
Il Marsala reagisce solo su calcio da fermo: al 68’ Fina impegna Zelletta con una punizione da circa 30 metri.
Poi l’Acireale serra le fila e tenta qualche sortita in contropiede, Gardano cambia un acciaccato Mautone per Iannelli e Godino per Tomarchio per dare maggior fiato alla squadra.
Al 26’ Aiello prova la conclusione dal limite, ma Di Masi è ancora vigile e para in tuffo.
Al 34’ azione pericolosa dei granata con una bella triangolazione Iannelli-Aiello-Iannelli, tiro potente ma centrale dell’attaccante. 
Al 36’ Aiello viene espulso per un fallo su un giocatore a terra del Marsala lasciando in 10 anche i granata.
Gli ultimi minuti sono da cardiopalmo, ma il Tupparello è una polveriera che spinge i granata alla conquista della salvezza, fino alla liberazione del triplice fischio dell’arbitro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...