Archivi del giorno: 9 ottobre 2012

Pennellate d’autore

L’Acireale rende pan per focaccia ai “cugini” del Noto e regala loro una bella domenica di mugugni e pensieri. La giornata granata organizzata dalla società del presidente Musso è andata male: poche presenze ( i dati più ottimistici parlano di 500 spettatori, se consideriamo che almeno 150 di questi erano i tifosi acesi paganti , ecco come Noto ha risposto al richiamo del Presidente…) ; sconfitta contro il “nemico” e prestazione opaca che non lascia ben sperare per il futuro.

Ma a noi interessa guardare in casa Acireale e allora non deve sfuggire il fatto che l’Acireale ha vinto contro una squadra che a detta di tutti non è al meglio della condizione psicofisica. Questa premessa serve per riallacciarci alle dichiarazioni post gara di mister Marra: “I tre punti servono per il morale, ma guai a considerarci guariti. Bisogna ancora lavorare per vedere il miglior Acireale.”
Effettivamente, la squadra ha dato segni di ripresa, ha tenuto per tutti i novanta minuti di gioco e ha chiuso in crescendo, ma occorre dire che il giovane Pandolfo ha compiuto un paio di interventi risolutori salvando capra e cavoli.

E allora di questa prima vittoria in campionato teniamoci strette un paio di cose: l’affetto dei tifosi, considerato che i biglietti loro concessi sono stati tutti venduti nonostante l’ultimo posto in classifica; i tre punti vitali per smuovere la classifica, che devono rappresentare i punti della svolta per il campionato dei granata.

Infine fissiamo in mente l’azione del gol : verticalizzazione di Ancione, che aspettiamo prenda per mano la squadra, con un delizioso tocco che buca i centrali netini, la palla che, rimbalzando, disegna una parabola perfetta per Varriale che dal limite fulmina il portiere. Pennellate d’autore che tutti vorremo diventino le prime opere della galleria acese…