Archivi del mese: febbraio 2013

Che confusione…

Marra si, Marra no… Patti si,Patti no.
La questione in casa granata si fa davvero complessa ed aperta a tutte le soluzioni. La conferenza del presidente Palella ha rigirato la frittata e i tifosi sono nuovamente tutti dalla parte del presidente. Le poche voci dei dissidenti si perderanno strada facendo, se le promesse del giovane imprenditore diverranno fatti concreti. Come tutti ci auguriamo, da buoni tifosi.
Di sicuro c’è che l’Acireale oggi non ha svolto il normale lavoro sul campo, che per tutto il pomeriggio il presidente ha incontrato tutti i giocatori e lo staff tecnico. Per giungere a quale soluzione del problema? In attesa di qualche comunicato che chiarisca le decisioni assunta dalla società, la situazione può essere definita in stand-by.

23a giornata Campionato Serie D gir.I

ACIREALE – Noto 1-2
LA FINE

– Il cuore non basta: al Noto la sfida della speranza –

Al minuto 43’ del secondo tempo, tocca ad un rimpianto ex il compito di porre fine all’agonia dell’Acireale. Il gol in mischia di Mautone è solo il punto finale di una stagione che è finita ben prima della partita odierna.
Gli uomini di Marra ci hanno messo tutto quello che potevano, per non dare via libera al Noto, che ha dovuto assaporare il baratro insieme ai granata acesi. Il pareggio che stava maturando in campo avrebbe complicato non poco il già difficile cammino dei netini. La vittoria al Tupparello lascia accesa la possibilità di acciuffare i play-out ad una squadra che può avvalersi anche dell’esperienza fuori dal campo di Ciccarone e compagnia.

Fino all’ultimo, i ragazzi e il mister hanno tentato di rispettare la maglia granata ma gli evidenti limiti della squadra acese non potevano consentire di più.
Il bluff Palella aveva illuso un pò tutti, invece occorre fare i conti con la realtà di una classifica deficitaria, di una squadra allo sbando dal punto di vista morale e di una tifoseria che non sa più a che santo votarsi e che forse sogna una “fine” sportiva per non soffrire più questa incredibile situazione.

Con il cuore in subbuglio e con un groppo in gola viene difficile spiegare il sturbine di emozioni e di sensazioni  vissute in questi giorni, in cui noi di Forzacireale.it abbiamo preferito il silenzio piuttosto che far da cassa di risonanza alle mirabilie del “fenomeno Palella”.
L’abbiamo osservato attentamente sin dal suo arrivo e abbiamo scelto la via dell’attesa, dello stare al nostro posto in attesa degli eventi che , ovviamente, speravamo a lieto fine. Chi ci conosce sa bene che abbiamo tentato di aprire gli occhi, di mettere in guardia, di dare un minimo di spirito critico, per non prendere per buone tutte le parole che venivano messe in giro ad arte. Ma l’abbiamo fatto quotidianamente, mantenendo la giusta distanza, senza creare allarmismi.
E’ vero, forse siamo stati troppo prudenti e non abbiamo esternato tramite questo sito le nostre opinioni. Il troppo amore, la speranza di percorrere una via “nuova” che potesse salvare il salvabile è stato il nostro limite.


Adesso che ci sentiamo traditi dall’ennesimo personaggio che ha violentato il nostro amore, scriviamo queste righe piene di amarezza, certi che prima o poi torneremo più forti di prima.

22a giornata Campionato Serie D

Acireale – Savoia 2-3
HARAKIRI
– Non basta una doppietta di Romano –

Ancora una sconfitta casalinga per l’undici di Marra che cede il passo al Savoia, venuto al Tupparello tutt’altro che disposto a fare sconti. La squadra di mister Amura, durante il primo tempo, sta con il piede pigiato sul freno e non alza il ritmo, così l’Acireale riesce a portarsi in vantaggio con una magistrale punizione di Romano che supera il portiere da 25 metri al 43’.

Nella ripresa il Savoia entra in campo con un altro spirito e in soli 4’ ribalta il risultato portandosi in vantaggio(pareggio di Paduano e vantaggio di Vicentin). Subito il doppio schiaffo, l’Acireale ha momenti di sbandamento fino a quando Rabbeni si guadagna un calcio di rigore che Romano trasforma con freddezza. La doccia fredda al 30’ della ripresa: sugli sviluppi di un calcio d’angolo Salvatore insacca di testa.
Per l’Acireale è davvero crisi.